Collegati
Su

Apple è la società più green del pianeta per Greenpeace

Apple è la società più green del pianeta per Greenpeace, riconoscimento che agguanta per il terzo anno di fila, nella categoria delle aziende dedicate alla tecnologia.

Apple è seguita da Google e Facebook, che sono le altre compagnie con il punteggio più alto, oggi raccoglie il risultato di una strategia avviata nel 2010 quando ha cominciato la transizione verso una gestione basata al 100% su energia rinnovabile.

Il nuovo gigantesco campus in costruzione a Cupertino funzionerà con l’uso esclusivo di energia rinnovabile grazie a 65.000 metri quadrati di pannelli solari.


Apple ha svolto anche uno straordinario lavoro di catalizzatore delle scelte dei fornitori di servizi che contribuiscono alla realizzazione dei servizi offerti ai clienti; tutte le aziende che collaborano con Cupertino devono infatti aderire ad un protocollo che le impegna ad usare energia rinnovabile.

Greenpeace è attiva da molti anni nel misure la compatibilità ambientale delle aziende di tecnologia, in particolare questa speciale classifica viene realizzata dal 2009 e in questi 8 anni è cresciuta la sensibilità di tutti, in particolare le grandi società legate al web.

Al momento, il settore della tecnologia consuma circa il 7% dell’assorbimento totale di energia negli Stati Uniti, ma con la crescita esponenziale delle attività web prevista fino da qui al 2020 quella quota è destinata a crescere e quindi con lei anche l’importanza dell’impatto green.

Apple e Google sono un esempio: la loro crescita vertiginosa è stata compensata da un impegno di pari grado nell’adozione di produzione di energia pulita. L’indice di energia pulita di Apple, in particolare, è dell’83%, mentre Google al secondo posto è molto distanziata al 56%, ma comunque con un risultato di tutto rispetto.

Chi invece sta dalla parte opposta della classifica è Netflix, che ha risultanti sorprendenti ma di direzione negativa: nonostante i server dell’azienda generino  il 30% del traffico internet degli USA, l’energia rinnovabile usata è praticamente assente. La società ha una classificazione “D” e “F” a seconda delle categorie, mentre quelle di vertice hanno solo “A”.

La migliore in assoluto è Switch, che sviluppa data center ed è la prima indipendentemente dalla categoria di appartenenza.

Sarebbe curioso conoscere dati simili sulle aziende italiane, ma non pensiate che il nostro sia terzo mondo. I dati sull’energia rinnovabile usata in Italia ci dicono che siamo tra i migliori in Europa, non conosciamo però i dettagli sulle singole aziende.

Iscriviti a Mister Gadget, resta aggiornato in tempo reale su tutte le novità tecnologiche!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  
Please enter an e-mail address

Altri articoli in News