Collegati
Su

iPhone X, il giorno dopo è un rituale ormai noto

Cosa rimane del keynote di ieri sera? (polemiche a parte)

Sono passate ormai diverse ore dal keynote dedicato ad iPhone X, il giorno dopo è un rituale ormai noto, con le fazioni opposte che si battagliano, ma cosa rimane del keynote di ieri sera?

Rimangono in primo luogo le polemiche sul prezzo di iPhone X, che nella sua versione più piccola, quella da 64 gb di memoria, verrà venduto a più di 1.100 euro.

Sono tanti, sono pochi? Sono tanti in senso assoluto, sono una cifra in linea con la proposta di Apple, che ha scelto un posizionamento elitario, come è normale che sia per un’azienda con un successo straordinario.

Non voglio entrare un’altra volta nella diatriba tra chi ama Apple e chi no, entrambi le posizioni sono più che legittime, ma porre l’accento su un tema: non è ora di smetterla di discuterla sui prezzi di Apple? Faremo la stessa cosa sui prezzi di Porsche?

Eppure Porsche fa esattamente quello che fanno altre auto: un pianale con 4 ruote, un motore e una carrozzeria. Perché non costa come una SEAT Leon?

Perché il mercato glielo permette. Perché l’azienda ha scelto di perseguire una politica di prezzo, che può essere discutibile, ma che è stata comunque premiata, anche perché una percentuale intorno al 60% degli acquisti (come media globale, che cambia di paese in paese) viene fatta attraverso i contratti e quindi il prezzo incide solo relativamente nella scelta.

Ma iPhone X, che vi ricordo è iPhone Ten e non iPhone Ics, come è? Per me è straordinariamente bello, come se non più del Galaxy S8. A livello estetico è una bella battaglia.

Quello che mi è piaciuto tra le cose che ho visto ieri sera è la scelta di usare un movimento semplicissimo per uscire dalle app, dopo che è stato tolto il pulsante centrale.

La scelta dello Swipe dal basso è così banale e naturale che mi pare incredibile che nessuno lo avesse copiato dopo che Blackberry lo introdusse qualche anno fa. Però vi ricordo che nel Blackberry 10 funzionava in modo leggermente diverso.

E il FaceID?!? La magra di ieri sul palco ha fatto il giro del mondo, ma io vorrei ricordare quello che è successo con le mappe e il massacro digitale che arrivò dopo la pubblicazione della prima versione che aveva evidenti lacune.

Avete mai usato le mappe di Apple di recente? Sono semplicemente strepitose, forse la migliore soluzione offerta dal mercato per grafica, precisione e funzionalità supplementari.

Se però ho compreso bene le dinamiche del mercato, non sottovaluterei l’impatto che sul mercato avrà iPhone 8. Sì, il design è ormai un po’ datato, ma pensate che Apple non abbia testato questo dettaglio e il suo impatto sulle scelte degli utenti?

Nuovo processore potentissimo, un. nuovo materiale (per Apple), ovvero il vetro, che rinnova l’aspetto ma non deteriora quello dei modelli precedenti, un adeguamento tecnologico per un prodotto che è il singolo smartphone più venduto dell’anno, nella logica dell’azienda è un cavallo di battaglia che cuberà numeri importanti. Inferiori, secondo me, a quelli di iPhone, ma saranno compensati dalle vendite di iPhone X.

E non dimentichiamo che nella linea c’è un iPhone SE, che con un prezzo super-competitivo (negli USA è davvero da battaglia), offre un’esperienza d’uso eccellente (chiedete a chi ce l’ha).

iPhone X costa molti soldi, non credo che serva ve lo dica io per rendervene conto. Ho già letto i pareri di molti detrattori che lo hanno letteralmente demolito, con le argomentazioni che conosciamo. Ma Apple non ha più il problema di cercare nuovi utenti: bastano quelli che ha, purché rinnovino l’acquisto, con un ciclo commerciale regolare, possibilmente accorciandolo, piuttosto che il contratto.

Ecco perché iPhone X sarà comunque un successo, perché al parco di utenti di iPhone nel mondo, quelli che hanno comprato il miliardo di pezzi distribuiti fino a pochi mesi fa, piacerà tantissimo e già questo potrebbe bastare.

Ma servirà anche a scuotere il mercato perché esteticamente è una meraviglia e dell’affidabilità dei prodotti di Apple sappiamo già tutto.

Non sottovaluterei anche la novità di Apple Watch, perché la serie 3 con la connessione LTE è un salto in avanti importante, un peccato che non ci siano certezze sulla distribuzione in Italia, ma credo che la decisione sia figlia anche delle politiche degli operatori da noi.

Apple TV 4K è la naturale evoluzione di uno strumento su cui mi sono espresso più volte: al prezzo a cui viene proposto è secondo me uno strumento essenziale dentro casa, se siete già clienti Apple e volete chiudere il cerchio con i servizi che sono pensati per voi.

Voi cosa ne pensate? Vado a mettermi l’elmetto prima di leggere le risposte… 🙂

44 Comments

  1. Sueprmanu

    13 settembre 2017 alle 12:49

    Ciao Luca, da te vorrei a caldo un commento sull’uso quotidiano della versione X, cioè poniamo che il face ID funzioni perfettamente in ogni condizione, perché questo mi aspetto da Apple, non trovi che dover continuamente mettersi il telefono davanti alla faccia con gli occhi aperti sia scomodo e faccia perdere quel tempo che oggi saltiamo appoggiando un dito in ogni condizione e modo sul Touch ID?

  2. Andrea

    13 settembre 2017 alle 13:03

    Che hai perfettamente ragione!sarà un mega successo e stabilirà un nuovo record di vendite.Concordo sulla politica dei prezzi.Bravo Luca

  3. Andrea

    13 settembre 2017 alle 13:21

    Concordo in toto con quello che hai detto.Quest anno l’ X sarà un mega successo e segnerà un nuovo record di vendite.Il resto sono solo parole..

  4. Luigi Raiola

    13 settembre 2017 alle 13:39

    Ormai ho i testicoli sotto i piedi a leggere sempre le stesse cose, le stesse polemiche sterili che fanno le persone. Oggi leggevo di persone che ironicamente inneggiavano a finanziamenti per acquistare iPhone come se gli altri terminali android top di gamma costassero 300 €(col Note 8 si arriva a 1000€ e’ l’unica cosa diversa rispetto al modello precedente e che non scoppia). L’iPhone X a mio parere è semplicemente spettacolare, il resto lo lascio alle polemiche.

    • Francesco

      14 settembre 2017 alle 11:39

      Veramente tra note 7 e note 8 c’e’ un abisso, tra dimensioni del display e form factor, doppia fotocamera, processore e Ram, bluetooth 5.0 e altro. I 1000 euro sono inoltre in parte giustificati dal pennino, un unicum nel panorama degli smartphone.

      • Luigi Raiola

        14 settembre 2017 alle 21:41

        Ed in cosa sarebbero uguali iPhone X ed altri iPhone? Poi un pennino renderebbe giusti e giustificherebbe i 1000 euri per un Note? Mah, se sei contento tu.Comunque potrei dire che IOS è un sistema unico, che poi piaccia o meno è un altro discorso, quindi se voglio una cosa unica compro Apple.

        • Francesco

          14 settembre 2017 alle 21:47

          Ma tu sai leggere o cosa?
          Hai detto che l’unica differenza del note 8 e’ che nn scoppia e io ti ho detto che nn e’ cosi’.
          Io nn ho parlato degli iphone.
          Compra quello che vuoi, che mi frega?

          • Luigi Raiola

            15 settembre 2017 alle 11:55

            Chiaro che compro quello che voglio, il mio ragionamento non è fatto per giustificare chi o cosa, e solo per dire che ad oggi nessuno stravolge ma le polemiche si fanno sempre a senso unico.

        • Lorenzo

          15 settembre 2017 alle 9:58

          Non è che il Note ha solo il pennino, è tutto un sistema, un software, funzioni e cose che puoi fare con il pennino in mobilità che con tutti gli altri smartphone non puoi fare.
          Ad ogni modo per come si una lo smartphone nell’utilizzo medio di una persona normale questi prezzi sono folli e non hanno nessun senso di esistere, per come la vedo io. E’ un’opinione personale, poi ognuno ha le proprie esigenze e decide di spendere i propri soldi come crede!

          • Supercrispo

            15 settembre 2017 alle 10:05

            Per come la vedo io è tutta colpa di Jobs (pace all’anima sua)se ora c’è un’unico smartphone col pennino e costa più di quanto ho pagato la mia prima macchina 20 anni fa.

            “Facciamo un telefono senza pennino, che tanto non serve a niente!”
            Grazie Steve…. mannaggia a te….

            PS: Ne ho avuti 5 di telefoni con il pennino negli anni, e li trovo ancora dannatamente comodi e pratici in tante cose

          • Luigi Raiola

            15 settembre 2017 alle 11:58

            Ma sono assolutamente d’accordo sul discorso prezzi. Quello che sto cercando di dire è che il prezzo è ingiustificatissimo per l’X, ma lo è alla stessa maniera anche per qualsiasi altro top di gamma attuale escluso forse il OP5. Il grado di polemica dovrebbe quindi riguardare tutti e non solo un unico produttore come sempre accade.

    • Matteo

      14 settembre 2017 alle 13:43

      Bellissimo ma con 650 euro mi compro S8+ che mi può trasferire file o immagini attaccandomi con un cavetto a qualsiasi pc del mio cliente, che posso trasferire una foto o un file in Bluetooth o wifi a qualsiasi dispositivo di un cliente, e questa è avanguardia? Mha…se fate il mio lavoro l iphone lo buttate dopo 10 minuti

      • Luigi Raiola

        14 settembre 2017 alle 16:28

        Ma il tuo lavoro è una tua esigenza, io per il mio non ne ho bisogno di cavetti o altra roba del genere( e comunque è un esigenza alla stessa maniera). Il bluetooth per traferire file secondo me è roba obsoleta, poi è chiaro che qualcuno potrebbe non essere d’accordo.

        • Matteo

          14 settembre 2017 alle 20:23

          Infatti ho scritto che per me è fondametale la condivisione con qualsiasi dispositvo x lavoro. Certo che Apple nel 2017 non lo permetta ancora è molto riduttivo, e negli ambiti lavorativi sai quante volte c’è bisogna di condivisione?

          • Luigi Raiola

            14 settembre 2017 alle 21:41

            Matteo scusami quali file non riesci a condividere? Magari posso darti una mano.

  5. Andrea Castoldi

    13 settembre 2017 alle 14:55

    “Eppure Porsche fa esattamente quello che fanno altre auto: un pianale con 4 ruote, un motore e una carrozzeria. Perché non costa come una SEAT Leon?”

    Puntuale come ogni anno, il buon Luca fa il confronto fra Porsche (tra l’altro perchè sempre Porsche? Abbiamo in casa un sacco di case prestigiose!) e Apple. Mi si accappona la pelle a leggere sia un confronto del genere, che leggere che una Porsche sia un iPhone e un android una seat (perchè è ciò che c’è scritto). Mi spiace, ma non lo accetto su tutta la linea, perché fra una 911, come una qualsiasi macchina sportiva, e una Leon di paragonabile non c’è nemmeno il concetto alla base, mentre fra un iPhone e un OnePlus c’è tutto paragonabile, tranne il prezzo e i lovers/haters.

    • Mister Gadget Team

      13 settembre 2017 alle 15:29

      Non sono assolutamente d’accordo, perché non ho scritto quello che hai tradotto, non ho mai accostato Seat Android ma semplicemente indicato il fatto come in tutti i settori merceologici ci siano differenze fondamentali di prezzo che non hanno niente a che vedere con il prodotto ma con il posizionamento di un’azienda, che è un tema completamente diverso e su cui nessun cliente ha diritto, secondo me di influire, ma semplicemente il diritto di scegliere, cioè quello di Non comprare i prodotti che vengono considerati troppo costosi.

      Vogliamo spostarci dalle quattro ruote alla moda? Cosa fa la differenza tra un paio di pantaloni di Armani e un paio di pantaloni di Uba Uba?!? La forma? Dubito. Il tessuto? Forse. La durata del tempo? Può darsi. In realtà ciò che tu paghi e l’immagine, la percezione, il mondo.

      Ovviamente non è obbligatorio che tu lo faccia, ma quando ti presenterai ad un evento mondano con un paio di pantaloni di Uba Uba trasmetterei un certo tipo di percezione, con un paio di pantaloni dell’ultimo marchio alla moda, che costano probabilmente 10 volte tanto senza che esista un motivo materiale perché questo accada, la percezione che te la smetterai di te è completamente diversa.

      È giusto che sia così? È un valore corretto da seguire? Non lo so, ma così va la vita. E così anche il mercato.

      Io non mi adatterò mai alla logica per cui dire che è un prodotto è bello significa dire che un concorrente brutto, trovo che sia un modo di ragionare riduttivo.

      OnePlus È un bellissimo prodotto, oserei dire eccellente, ma è uno smartphone. Apple vende un’esperienza, è qualcosa di completamente diverso è un telefono che parla in modo semplicissimo con il mio iPad, che a sua volta incrocia tutte le informazioni senza che io faccia niente con il mio televisore, è un computer con cui scrivo documenti che mi trovo automaticamente senza fare assolutamente nulla anche sul mio tablet dove ho a disposizione strumenti di editing e di produzione che sono praticamente identici a quelli del computer.

      Vogliamo tornare alle auto? Seat e Volkswagen producono modelli con lo stesso pianale, le stesse misure, le stesse motorizzazioni, a volte nelle stesse fabbriche, ma hanno 10.000 € di differenza nel costo. Chissà perché nessuno si scandalizza ed è una pratica che abbiamo metabolizzato.

      Le lavatrici di Bosch costano il doppio rispetto a quelli di Beko, cos’è normale per tutti, da una parte c’è il know how e la durata nel tempo della tecnologia tedesca, dall’altra parte c’è un’azienda turca che propone prodotti di ottima qualità ma nessuna innovazione.

      Perché dovrebbe essere diverso nel mondo degli smartphone?

      • Andrea Castoldi

        13 settembre 2017 alle 16:19

        Perchè nel mondo degli smartphone E’ diverso. In tutti gli esempi che hai fatto, c’è molta più differenza a livello qualitativo che fra iphone e oneplus (ho detto oneplus perchè è il primo che mi è venuto in mente, ma si può prendere un qualsiasi altro telefono, sia Samsung, Sony, Htc e blablabla). La differenza di 10k euro fra una Golf e una Leon non esiste (partono dallo stesso listino, probabilmente la seat è solo un po’ più accessoriata), ma in ogni caso si discuteva di una cosa diversa: te hai preso ad esempio Leon e Porsche, non Leon e Golf. Il mio punto è che l’esperienza che ti da una macchina come una Porsche, una Maserati, una Lamborghini, è mille miliardi di volte differente da quello che ti da una Leon/Golf. Mentre l’esperienza che ti da un iPhone è sì diversa da quella android, ma appunto come lo può essere fra Leon e Golf, non fra Leon e Porsche. Tutto qua. Come è diversissima l’esperienza che ti dà un capo firmato Armani con uno scarabocchiato CVG o un tv Sony con uno Hisense, una cuffia Bose con una Aukey e cosi via.
        Per il resto, non discuto nulla di tutto ciò che scrivi: per un motivo o per l’altro iPhone X venderà un sacco, come ogni iPhone, solo forse bisogna ridimensionare un attimino la portata dell’oggetto.

        • Matteo

          14 settembre 2017 alle 13:32

          Mi dispiace smentirti ma la differenza tra una golf e una leon c’è e te lo dice un meccanico…i leveraggi, le pompe, gli assemblaggi del motore, tutti gli organi del telaio sono fatti di una qualità inferiore…e alla fine 1 euro di qua e 1 di la fanno la differenza…tornando ad apple io trovo un sistema assurdo…non posso condividere velocemente con un android o con un computer in bluethoot o wifi un documento, 1 file…se attacco un cavetto ad un pc se non ho il programma itunes non posso passare dati (e per lavoro mi succede spesso) ma che cavolo di sistema è? Per lavoro io lo trovo molto indietro…poi senza il tasto indietro così comodo, ma ogni volta devo andare nella parte alta dello schermo per fare un operazione…per me ios è bocciatissimo…ma sono punti di vista personali e lavorativi…uno si prende ciò che agevola non ciò che fa moda

          • Andrea Castoldi

            14 settembre 2017 alle 16:29

            Scusa ma hai letto correttamente ciò che ho scritto? Non mi hai smentito, hai semplicemente argomentato un po’ di più la mia tesi. Io scrivo che la differenza fra Golf e Leon esiste, ma è minima e non è certo quella fra Golf e Porsche descritta nell’articolo. Ma è la stessa, minima differenza che c’è fra un iPhone e un S8 o qualunque altro smartphone.

      • Francesco

        13 settembre 2017 alle 16:25

        Il ragionamento non fa una piega.
        Bisogna sempre tener presente la differenza
        tra eccellenza e rapporto qualita’/prezzo.
        Oneplus5 ha sicuramente un migliore rapporto qualita’/prezzo, ma Apple considera il suo prodotto l’eccellenza assoluta nel mondo degli smartphone e il prezzo e’ la naturale conseguenza.

      • Lorenzo

        15 settembre 2017 alle 10:04

        Il ragionamento Luca fila!
        Sono d’accordo!

  6. Mauro

    13 settembre 2017 alle 15:36

    Secondo me, Mister, non è un “posizionamento elitario”, quello scelto da Apple, perchè elite, prestigio, lusso secondo me sono altre cose. Così a caso: per elite mi viene in mente abitare nel giardino fiorito di Milano e pagare un iphone X al MESE di spese di condominio, in garage parcheggiata un Audi da 100mila euro, vacanze da 10 barra 20 mila euro e via dicendo. 1200 euro sono una cifra che qualsiasi persona che “lavora” può permettersi di spendere con un minimo di risparmio. Il punto è che deve “lavorare”, parola sconosciuta a tutti quelli che si lamentano sui blog per il prezzo troppo caro. Ti faccio un esempio: io mi diverto tantissimo (e un po’ anche mi preoccupo) a leggere sul blog dei ragazzini per eccellenza, tale hdblog, quello che scrivono. Critiche (e deliri) a non finire per il prezzo o per altre mancanze tecniche. E perchè? Perchè studiano, perchè sono giovani, perchè NON lavorano. Le critiche, perchè il prezzo è eccessivo, ci stanno solo sui blog non fuori nella vita reale.

    • Andrea Castoldi

      13 settembre 2017 alle 16:25

      Io lavoro, prendo anche un discreto stipendio (non da permettermi ciò che tu definisci elitario), tuttavia i 1200 euro per uno smartphone che oggettivamente non offre molto più di quanto offra la concorrenza li critico anche io. Magari fare di tutta un’erba un fascio mi sembra un po’ riduttivo.

  7. sideman

    13 settembre 2017 alle 17:10

    Sinceramente io lo scandalo non lo vedo nel Ten, (anche se nutro qualche dubbio nella praticità del riconoscimento facciale), lo scandalo lo vedo nel Plus, prodotto avanzato quanto ci pare, ma assolutamente fuori misura nelle dimensioni rispetto a quello che offre!!
    Se facciamo un benchmark mi pare che il Plus sia tra le ultime posizioni rispetto alla ratio, trovo assurdo a un prezzo del genere avere un prodotto così antiquato da questo punto di vista.
    Per il resto kenyote spettacolare come sempre, come sempre un pò troppo pompati rispetto a quello che fanno, alla fine vendono telefoni e sembra che salvino il mondo, però indubbiamente interessante

    sid

  8. Marco Masia

    13 settembre 2017 alle 18:25

    Come sempre, e come detto anche da Neo in Matrix, il problema è la scelta. Finché un produttore alza il prezzo e fa numeri record, allora avrà sempre ragione perché il mercato percepisce il prezzo come adeguato e di conseguenza compra il prodotto. Luca è stato molto gentile quando ha commentato il prezzo degli ultimi Huawei, ma in quel caso pare che il prezzo e la percezione non siano allineati. Ho risposto al commento perché ho un S7 Edge ed una Seat Leon ultimo modello, scelta consapevole che non mi provoca alcun complesso di inferiorità – Inviato da Mister Gadget App

    • Mister Gadget Team

      13 settembre 2017 alle 18:36

      In effetti, non c’è motivo per avere sensazione di inferiorità perché hai due prodotti di ottimo livello ed altrettanta affidabilità.
      Ognuno di noi sceglie, come hai giustamente affermato, di dare il valore che desidera alle cose più disparate. Per me un biglietto allo stadio non vale niente, una cena a base di pesce é denaro buttato (perché il pesce non mi piace) altri avranno la percezione opposta e tutti abbiamo pienamente ragione.
      Io divento allergico quando qualcuno mi vuole convincere che la sua scelta debba necessariamente essere anche la mia…
      Se per me il piacere di possedere un iPhone vale il risparmio di mesi, perché qualcuno deve valutare per me se sia cosa buona o meno?

  9. RafaStyle

    13 settembre 2017 alle 18:43

    D’accordo su tutto, tranne un ma..
    L’iphone 8 che è stato totalmente messo in secondo piano, iphone 7 e 6s che scendono di listino di prezzo, secondo me giocheranno un ruolo centrale nelle vendite
    Vero che quel che conta oramai è l’immagine, ma stiamo pur sempre parlando di 300 euro di differenza tra l’iphone 8 e l’iphone x, 500/600 con il 6s e 400 con il 7, per cui penso molta gente passi tranquillamente ad un 6s che rimane tutt’ora validissimo o un 7.
    Che poi i contratti possano rimettere in gioco le carte è vero ma sono pur sempre 1150/1350 euro, quindi penso non sarà un successo planetario per questi motivi, ma una prerogativa di quella parte di utenza apple che ogni anno rinnova il proprio modello, senza contare che si parla di scorte molto ridotte almeno inizialmente.
    Parere personale eh

    • LucaS

      15 settembre 2017 alle 17:59

      Oltre al ricambio “annuale” c’è anche chi cambia il cell ogni 2 anni, o ogni 30 mesi o mio caso, anche se non sono ancora certo se e cosa comprerò 3 anni, ho “ancora” un 6+ (di cui non mi lamento nemmeno dopo 36 mesi).

  10. Dario

    13 settembre 2017 alle 21:16

    Un paio di considerazioni da utente Apple. La scelta di implementare la ricarica rapida e chiedere di comprare il caricatore da 90 euro a parte è una vera mancanza di rispetto verso gli utenti, specie a quei prezzi. Specie se consideriamo che ormai i caricatori da 10W li trovi pure nelle scatole degli Xiaomi da 200 euro. Invece Apple per questo 2017 continua a rifilarci il solito caricatore da 5W di iPhone 4. Questo non è stato bello.
    Il fail del Face ID? È la prova provata che i detrattori di Apple sono tali perché non hanno la minima idea del funzionamento di iOS. Quello sul palco in mano a Craig Federighi era un iPhone appena acceso, infatti sul display mostrava la scritta “enter passcode to enable Face ID”. Succede la medesima cosa per gli attuali iPhone muniti di Touch ID: dopo l’accensione, prima metti il codice e poi potrai usare lo sblocco con le impronte. E il Face ID, che andrà a sostituire il “vecchio” sistema di sblocco con le impronte, è concepito alla stessa maniera. Se fail c’è stato, è stato di Federighi e dei suoi collaboratori, non della tecnologia.
    Per il resto, non discuto sulla politica dei prezzi di Apple, ma ormai è fuori dalle mie possibilità. Telefono bellissimo ma per me troppo caro. Mi dirigerò volentieri su iPhone 8.

    • Robby

      14 settembre 2017 alle 2:08

      A me fanno un poco pena quei personaggi che si mettono già da oggi in fila per acquistare questo fantomatico iPhone X-Ten.Perche ‘ mi chiedo:se non fanno un ca..o tutto il giorno con cosa lo pagano? o sono figli di papà ,e dell’attrezzatura che hanno non mi pare…esibizionisti perditempo?forse…oppure li manda Apple…..

      • Mister Gadget Team

        14 settembre 2017 alle 7:45

        e se fossero semplicemente appassionati a cui va di farlo?
        Io non lo farei, ma per quale ragione non dovrebbero seguire le loro passioni?
        Cosa c’è di diverso rispetto a chi sta giorni sotto la pioggia per la F1, spende follie per una finale di un torneo di calcio, o usa tutti i suoi risparmi per vestiti firmati?
        Si chiama libertà…
        A me quelli in coda non rubano soldi, non minacciano la famiglia, non mi chiedono soldi per il loro telefono, a quale titolo dovrei direi io a loro come spenderli?!? E se anche non mangiassero per settimane per comprarsi il nuovo iPhone, a quale titolo io dovrei dire loro di non farlo.
        Si chiama libertà…

        • Luigi Raiola

          14 settembre 2017 alle 9:38

          La solita saga dei luoghi comuni. A me piace il calcio, sono motociclista e adoro la tecnologia. Nonostante ciò non farei mai nessun tipo di fila per giorni per nessuna delle tre cose, ma se a qualcuno va di farlo chi se ne frega? Quelli che guardano la partita o un gran premio per ore sotto la pioggia o montano le tende giorni prima su un prato non sono pecore, chi sta fuori ad un Apple store si. Per non parlare di quando si comincia a dire che i disoccupati non scioperano ma la fila per i telefoni si fa. Ormai queste cose manco le leggo più. Per me ognuno,nel rispetto del prossimo, può fare ciò che vuole senza nessuna giustificazione e senza il pensiero di poter essere giudicato.

  11. Anto

    13 settembre 2017 alle 23:11

    Faccio un commento generale vale per tutti gli smartphone: ma ci rendiamo conto che ormai ci si eccita perche’ il telefono ha mezzo centimetro in meno di cornici, oppure perche’ sblocco il telefono guardandolo invece che con il ditino appoggiato, e ancora non dormo la notte perche’ invece che il bottoncino davanti uso lo swipe …, ecc ecc ecc …
    Ragazzi siamo messi male, mi ci metto pure io, ma siamo veramente messi male.
    Con questo non voglio sminuire le tecnologie sottostanti che hanno dietro ricerca e sviluppo quindi sono comunque affascinanti.
    Negli ultimi anni al di la’ di queste innovazioni, che ripeto hanno dietro tanto lavoro e sono piacevoli, c’e’ tanto fumo e poca sostanza e questo vale anche per apple (mi piacciono i prodotti apple).

  12. Manu

    13 settembre 2017 alle 23:23

    Tornando sulla bellissima funzione swipe ancora una volta Apple non ha inventato nulla ma copiato eventualmente migliorando una funzione inventata così come le carte da web os, straordinario sistema, cancellato, perché Palm non aveva le capacità e il marketing di Apple. Stesso discorso per bb10 e meego, ve be li Nokia poteva certamente fare di più ma il CEO era un venduto 😀. Per il momento Apple a distanza di 10 anni riesce grazie al suo marketing, alla qualità dei prodotti (visto anche quanto costano) al software bilanciato e decisamente più sicuro degli altri e infine all’assistenza a tenere lontana la concorrenza. Ma la concorrenza avanza spedita e il prezzo sempre più alto che stabilisce Apple è sempre meno giustificato, il mondo deve restare connesso e se per questo si può usare prodotti meno costosi ma sempre altrettanto validi Apple potrebbe ben presto vedere un ridimensionamento nelle vendite.

  13. Manu

    13 settembre 2017 alle 23:40

    Tornando sulla bellissima funzione swipe ancora una volta Apple non ha inventato nulla ma copiato eventualmente migliorando una funzione inventata così come le carte da web os, straordinario sistema, cancellato, perché Palm non aveva le capacità e il marketing di Apple. Stesso discorso per bb10 e meego, ve be li Nokia poteva certamente fare di più ma il CEO era un venduto 😀. Per il momento Apple a distanza di 10 anni riesce grazie al suo marketing, alla qualità dei prodotti (visto anche quanto costano) al software bilanciato e decisamente più sicuro degli altri e infine all’assistenza a tenere lontana la concorrenza. Ma la concorrenza avanza spedita e il prezzo sempre più alto che stabilisce Apple è sempre meno giustificato, il mondo deve restare connesso e se per questo si può usare prodotti meno costosi ma sempre altrettanto validi Apple potrebbe ben presto vedere un ridimensionamento nelle vendite

  14. Anto

    14 settembre 2017 alle 6:45

    Invece 2 commenti su apple:
    1) hanno aumentato il prezzo di apple care+, ipadpro senza dire nulla. Potevano risprmiarselo a mio parere.
    2) ce la continuate a “menare” (parlo scherzosamente) con il fatto che i prodotti apple parlano fra di loro e si scambiano le info. Ok ho capito. Allora esclusa la TV Apple che non posseggo, in casa abbiamo un iphone, un ipad, un macbook, poi un android e un pc portatile. Allora io uso il pc, il telefono android e l’ipad. La mia compagna usa iphone e macbook: ho visto che a lei le foto si sincronizzano fra iphone e macbook (devo dire che ho provato una certa “eccitazione” …), quando suona skype suonano entrambi, comincio l’email su macbook e la continuo su iphone ecc … E’ questo che intendete? Boh forse sono io che non ci arrivo, ma anche a me quando a me suona skype suona sia sul pc che sul telefono che sull’ipad, e qualsiasi documento (office o qualunque altro programma statistico/econometrico, non faccio editing) me lo trovo in ogni dispositivo perche’ uso il cloud (One Drive ma anche altri) e qualsiasi email ho cominciato su pc me la trovo su telefono android o su ipad nella cartella “draft” …, quindi tutto quello che faccio e’ sincronizzato ovunque. Immagino che avendo tutto apple la sincro sia magari migliore, ma boh non vedo sta differenza da rimanere a bocca aperta dall’eccitazione … Ripeto io non ho la musica, non ho la apple tv quindi li’ immagino ci siano vantaggi aggiuntivi, ma in ambito lavorativo tutto quello che faccio e’ sincronizzato ovunque senza problemi. Con la differenza che almeno nel mio ambito, su pc trovo tutti i programmi di cui ho bisogno, su apple no. Comunque ribadisco, iphone e ipad mi piacciono molto quindi non ho nulla contro apple. I mac sono belli ma certi programmi non li trovo quindi non li considero.
    Chiudo: a me sembra che ci sia in generale dalla creazione di iphone in poi, un bombardamento mediatico pro apple un po’ esagerato rispetto a quanto i prodotti Apple siano migliori della concorrenza. Mia opinione personale. Ciao

  15. Anto

    14 settembre 2017 alle 6:59

    Forse intendete che certi programmi di editing ci sono su mac e ipad pro e allora i files sono sincronizzati e posso usare cominciare su mac poi esco di casa, sono sul bus e lo continuo su ipad pro? Poi arrivo in ufficio e lo continuo su Mac?
    Al di la’ del fatto che sul bus farei meglio a guardare fuori dal finestrino invece di continuare con l’ipad pro, o guardare il mio iphone x (o galaxy s8) per sblocccarlo che va a finire che vado contro con qualcosa …, ma al di la’ degli scherzi, questo e’ uguale anche su pc con il cloud, il problema e’ che su un tablet o telefono non riusciro’ mai a lavorare come si deve almeno con i programmi che uso io, che infatti non ci sono neppure su tablet o telefono sia che sia android o apple.
    Comunque se mi sbaglio illuminatemi, ma ripeto a me sembra che il bombardamento mediatico su questi argomenti sia un po’ esagerato, rispetto alla loro reale portata e rilevanza nella vita quotidiana.

    • Supercrispo

      14 settembre 2017 alle 10:28

      Non ti sbagli Anto.
      Quello che fa “magicamente” Apple con i suoi dispositivi sincronizzati è poco più di quello che c’è su Win/Android… ma lo fa con un nome figo, in modo estremamente semplice ed integrato. E lo dico con un filo di invida, da utente Win/Android.

      Nella realtà si possono avere tutte le funzioni/sincronizzazioni del caso, ma servono un paio di programmi esterni (OneDrive, Office, AirDroid, ecc), tutte cose che la Microsoft avrebbe potuto “bypassare” su WinPhone con un po di astuzzia e di marketing paraculo in stile Apple. Perchè si, la Apple è tanto paracula… fa delle cose ottime, prende idee e funzioni qua e là, ci appiccica sopra un nome figo, rende il tutto graficamente impeccabile, et voilà, ecco confezionato un prodotto invidiabile, che nel bene o nel male genera maree di commenti, come in questa pagina! 🙂

      • Anto

        14 settembre 2017 alle 11:41

        ah ecco mi pareva … perche’ veramente quando vedo tutta sta gente in adorazione per questa sincronizzazione di apple mi sembra di sognare (a me si sincronizza tutto in qualche secondo fra pc android phone e ipad), e’ piu’ o meno la stesso stupore che provo quando la gente parla di mezzo centimetro di cornice in meno su lg samsung e ora apple come di una roba da urlo. Mah, portiamo pazienza … Poi secondo me “il solito rituale dopo una presentazione apple” e’ tutta la schiera di giornalisti e gente che va in brodo di giuggiole per cose che a volte francamente mi sembrano alquanto normali. E ripeto mi piacciono i prodotti apple.

  16. Marco

    14 settembre 2017 alle 7:40

    Dibattito noioso.
    Stanno semplicemente lucrando di brutto sull’oggetto che gli procura il 70% del fatturato: se il mercato li premia avranno ragione loro, se una consistente fetta di utenti si stuferà di pagare cifre oscene per una “esperienza d’uso”, lo accuseranno e rivedranno la strategia (già successo in passato https://www.wired.com/story/apple-is-defying-history-with-its-pricey-iphone-x/)

  17. Andrea

    14 settembre 2017 alle 11:17

    Buongiorno a tutti,

    sapete alla fine qual’è la verità, che tutti avete ragione, in tutti questi commenti ci sono ragioni condivisibili sia da una parte che dall’altra e come dice Luca
    si chiama libertà, ognuno commenta esprime i propri giudizi ma alfine sceglie in base al proprio portafogli, esigenze e gusti.

    Saluti

    • LucaS

      15 settembre 2017 alle 17:57

      Corretto e sarebbe corretto limitarsi ai propri giudizi, invece molto spesso si vira sul giudicare (negativamente, fino al disprezzo) i giudizi e il pensiero degli altri.

  18. LucaS

    15 settembre 2017 alle 17:55

    Piccola puntualizzazione.

    Il vetro Apple lo ha già usato nei modelli 4 e 4s, e se ricordo bene, ma potrei sbagliare, fu la prima a usarlo in uno smartphone per la massa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  
Please enter an e-mail address

Altri articoli in Gadgets