Collegati
Su

A Natale Apple doppia Samsung nelle attivazioni

Interessante la crescita dei phablet

A Natale Apple doppia Samsung nelle attivazioni, mentre gli altri costruttori sembrano lontani anni luce.

Sono i dati di Flurry Analytics, relativi al mercato americano, che possono probabilmente essere un buon punto di riferimento anche da noi, dato che per molti aspetti Stati Uniti e Europa hanno un portafoglio prodotti molto simile, soprattutto per le vendite su larga scala.

I numeri sono abbastanza impressionanti, soprattutto per la proporzione tra i due leader e gli altri. Vedete Amazon tra i marchi perché sono presi in considerazione anche i tablet, ma vorrei far notare l’assenza di Google che non rientra nei radar delle vendite con il suo Pixel, come era normale che fosse.

Molto interessante è il dato che trovate qui sotto, che evidenzia la tipologia di prodotto attivata per Natale.

Non serve uno scienziato per far notare come il phablet stia travolgendo il mercato dei tablet, sia grandi che piccoli e intaccando anche il mercato degli smartphone “normali”. Vi ricordo che la classificazione di “Phablet” scatta a 5.5 pollici, una misura oggi diffusissima anche tra i  prodotti di largo consumo e considerati di prima fascia.

Anche i produttori cinesi oggi propongono quella misura per prodotti di bassissimo costo, contribuendo alla crescita esponenziale.

Apple annuncerà i suoi dati di vendita solo a fine gennaio, ma secondo gli analisti, alla faccia di coloro che prevedevano un flop per iPhone 7, questo potrebbe essere il trimestre più forte di sempre, con un dato che potrebbe toccare addirittura i 78 milioni di pezzi venduti.

Di certo, la vicenda di Galaxy Note 7, che aveva avviato le vendite con numeri impressionanti, ha aiutato e sostenuto il modello 7 Plus, che in effetti è praticamente introvabile, ma da sola quella parentesi non basta a giustificare una performance di questo tipo.

Sottolineo che parliamo, in questi dati, di mercato americano: è importante notarlo perché è il luogo con la più alta presenza di iOS al mondo, insieme al Giappone.

Non dimentichiamo che in USA Apple è il “marchio di casa”, una componente che conta tantissimo in termini di scelta per gli americani.

Ma i dati sono comunque strepitosi, comunque li si voglia guardare.

3 Comments

  1. Dexter

    28 dicembre 2016 alle 11:06

    Secondo me le vendite di iPhone sono per i modelli 6/6s e non per il 7 visto che i primi due hanno beneficiato di un bel taglio di prezzo quando è uscito il nuovo Top di gamma.
    Vedremo a gennaio se avrò ragione.

  2. proof

    28 dicembre 2016 alle 12:25

    chi ha un galaxy note (qualsiasi modello) non acquistera mai un iphone (opinione personale)

  3. Luigi Raiola

    28 dicembre 2016 alle 14:08

    In ogni caso i prodotti sono maturi, stabili e funzionanti.Meritano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  
Please enter an e-mail address

Altri articoli in News