Collegati
Su

Samsung Gear S2, S3 e Fit 2 sono compatibili con iOS

Due diverse app per le diverse famiglie di prodotti

Samsung Gear S2, S3 e Fit 2 sono compatibili con iOS, grazie alle  nuove app disponibili nell’AppStore che potete scaricare ora.

L’annuncio è arrivato direttamente dall’azienda, nell’ultimi giorno di CES 2017.

Starting today, users can download the Samsung Gear S app for the Gear S2 and Gear S3 or the Samsung Gear Fit app for the Gear Fit2 on compatible iOS devices from the Apple App Store. Once the appropriate app is downloaded, users will be guided through steps to complete pairing with the user’s compatible Samsung wearable device.

Con Samsung Gear S controllate gli ultimi due smartphone, mentre con Samsung Gear Fit avrete il pieno controllo di Gear Fit 2.

gear s per iPhone

gear s per iPhone

Il sistema di connessione è un po’ bizantino, perché bisogna collegare due profili diversi di Gear S3 all’iPhone perché funzionino anche le chiamate vocali.

Con il Gear S3 viene garantito l’uso di praticamente tutte le funzioni avanzate, dall’altimetro, al barometro, fino alla registrazione delle informazioni delle attività fisiche, ma non vedo il Gear S3 tra i dispositivi disponibili nell’applicazione salute, temo che non capiterà mai.

Nell’app Gear S è inserita anche l’interfaccia di S Health, così come l’accesso alle app Tizen; quel collegamento è utile  per il download di applicazioni sullo smartwatch.

Mi riservo di provare per un po’ di giorni la nuova soluzione per il collegamento tra iPhone e Gear S3, per capire quanto incida sui consumi di iPhone e per verificare fino a che punto si possa spingere l’integrazione dello smartwatch, perché come sappiamo con Android Wear si può fare ben poco.

E’ fondamentale che in fase di installazione vi ricordiate di usare il doppio collegamento bluetooth, perché tralasciando di connetterli entrambi non funzioneranno le telefonate.

Quella di Samsung è una mossa interessante, perché estendere la compatibilità degli smartwatch è una via fondamentale per far crescere il mercato. Resta da capire quanti utenti iOS saranno interessati ad un prodotto che è molto valido, ma ha un prezzo di partenza superiore a quello di Apple Watch Series 1, totalmente integrato con il mondo della mela.

3 Comments

  1. Alessio

    30 gennaio 2017 alle 20:24

    Suppongo che per il Gear Fit 2 e l’integrazione con l’app Salute (HealthKit) di iOS valga lo stesso discorso.
    La vera domanda è: che me ne faccio dell’integrazione con S-Health su iOS se non esiste una app S-Health per iOS?
    Trovo abbastanza ridicola questa cosa: un oggetto utile esclusivamente per tracciare i parametri vitali che non si integra con l’app di gestione di questi dati sul dispositivo.
    Finora avevo un Pulse O2 della Withings che funzionava perfettamente in questo senso, sinceramente non capisco perché tutta questa difficoltà nel realizzare una app di sincronizzazione che funga anche da fonte per HealthKit, boh!

    • Mister Gadget Team

      30 gennaio 2017 alle 22:24

      alessio, nella app gear per iOS è “integrata” S-Health… ciao!

      • Alessio

        1 febbraio 2017 alle 16:44

        Ho posto male il quesito.
        S-Health è l'”ecosistema” di app per il monitoraggio e il tracciamento dei dati relativi alla salute integrato nei dispositivi Android di Samsung (Android di per se, a differenza di iOS, non ha un “toolkit” proprietario su questa piattaforma). Morale della favola: tutti i dispositivi wearable o meno che dialogano con device Samsung con S-Health condividono le loro informazioni su quella piattaforma, che poi organizza e presenta i dati all’utente o li mette a sua volta a disposizione di terze parti.
        L’analogo su iOS è HealthKit. Analogo nelle funzioni, probabilmente, ma molto più “radicato” nell’SO del concorrente, anche a livello di API e di integrazione.
        Ora, ripeto, che me ne faccio di “un altro” toolkit di controllo salute sul mio dispositivo iOS se ho già HealthKit? Non era più facile (e utile) integrare i dati ricevuti dal dispositivo in HealtKit (con le app iOS)? Lo fa Garmin col suo Connect, lo fa Fitbit, lo fa Withings, lo fa TomTom, lo fanno oggettivamente TUTTI (tranne naturalmente i cinesoni, ma pure alcuni di quelli lo fanno!), non lo deve fare Samsung… è chiaramente (e giustamente) un partito preso, ma più continuano così più disincentivano gli utenti “affezionati” al loro ecosistema iOS a scegliere qualche altro competitor se non ci si vuole buttare su Apple Watch. Io sono uno di quelli, che ha preferito un Vivoactive HR a un Fitbit 2, posto che a funzionalità stavamo pari, ho tutti i miei dati in un solo posto, e di S-Health oggettivamente non so che farmene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  
Please enter an e-mail address

Altri articoli in Gadgets