Collegati
Su

Sapete cosa è lo SPID? La vostra vita digitale non sarà più la stessa

Un solo nome utente e una password per il rapporto con l’amministrazione

Sapete cosa è lo SPID? La vostra vita digitale non sarà più la stessa. E sarete sorpresi dall’efficienza raggiunta  da alcuni servizi pubblici rispetto al passato.

Pochissimi conoscono l’esistenza dello SPIDSistema Pubblico Identità Digitale e quasi nessuno sa esattamente a cosa serva. 

Oggi sono piombato negli studi di Radio Number One e ho chiesto ai miei colleghi se ne avessero sentito parlare  e se lo avessero attivato. Vuoto. Totale. Nessuna idea di cosa fosse e nemmeno una persona che lo usasse. 

Cosa è lo SPID e a cosa serve?

Lo dice il suo acronimo: Sistema Pubblico Identità Digitale, ovvero un nome utente e una password, da utilizzare per l’accesso a tutti i siti della pubblica amministrazione. 

La particolarità é che si tratta di credenziali certificate, con l’abbinamento ai propri dati anagrafici e al codice fiscale, ma anche al nostro numero di telefono, che sarà usato per recapitare l’eventuale codice di verifica per gli accessi, perché lo SPID é una soluzione a due fattori. 

Una vera e propria carta di identità digitale, che ci apre le porte della pubblica amministrazione. 
Con lo SPID accederete al sito di Regione Lombardia, delle Poste, dell’INPS, dell’agenzia di Riscossione dei Tributi, così come ogni altra piattaforma dello stato. 

Un salto in avanti straordinario nel proprio rapporto con l’amministrazione pubblica: basta telefoni a cui non risponde mai nessuno, stop agli uffici che aprono 3 ore al giorno, addio alle lunghe code a sportelli che non hanno mai risposte. 

Forse,  la macchina della burocrazia  sta cominciando a dare i primi segnali di un cambiamento spesso  promesso e mai arrivato davvero.

Ieri in circa mezzora ho attivato il mio SPID con Poste Italiane: si avvia la procedura di registrazione sul sito  e poi si conclude l’opera all’ufficio postale, dove  per altro sono arrivato dopo aver prenotato il mio ticket on line. 

Terminata la fase preliminare sul sito, ho scelto in quale ufficio volessi andare, deciso l’ora e fissato la prenotazione per lo sportello direttamente dallo smartphone. 

Sono arrivato all’ufficio postale un minuto prima dell’ora fissata e sono stato chiamato 3 minuti dopo. Dopo circa 8 minuti dal mio ingresso in posta sono andato a casa con tutto quello che mi serviva. 

Per un attimo ho pensato di non essere nemmeno in Italia.

Come si ottiene lo SPID?

Per attivare il proprio SPID ci vuole davvero pochissimo, basta seguire le istruzioni a questo indirizzo. Potete scegliere tra diverse modalità di attivazione, io ho trovato semplice la procedura di Poste Italiane, che ho completato in circa un’ora da quando ho aperto il PC a quando ho concluso la verifica della mia identità presso la filiale. 

Se aggiungiamo che non costa niente, non ha senso non farlo. C’è poi anche una versione per pigri, che invece costa un po’ di più: per 14 euro  il postino viene a casa vostra, oppure in ufficio, per identificarvi e completare la procedura senza nemmeno la necessità di andare alle poste. 

Più di così, cosa volete, il sangue?!? 🙂

4 Comments

  1. Marco

    16 gennaio 2018 alle 16:18

    Attivato il mio SPID ormai da qualche mese con Aruba. Tutto molto semplice e veloce e fatto tutto online.

  2. Mauro

    16 gennaio 2018 alle 22:55

    I dipendenti Telecom sono “spiddati” già da due anni 😉

    • Luca

      16 gennaio 2018 alle 23:04

      Qualcuno ha capito male quando i clienti hanno chiesto “more speed”… Ci fosse mai uno che capisce l’inglese… 🙂

  3. Mauro

    17 gennaio 2018 alle 13:11

    👍😀👍😁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  
Please enter an e-mail address

Altri articoli in News