Collegati
Su

Sony Xperia X Compact in prova per Natale

Sulla carta, una prova un po’ in salita. Ecco perché…

Sony Xperia X Compact in prova per Natale così potrò verificare chi tra me e il telefono riuscirà a sopportare meglio lo stress dei prossimi giorni.

Per me Sony è una delle sorprese di fine anno, perché come vi ho già raccontato nei giorni scorsi, la prova di Xperia XZ mi ha convinto per la qualità generale del prodotto.

E’ cool, è trendy, è in grado di reggere il prezzo? Non lo so, o forse  lo so ma non lo dico: ma questo esula dalla valutazione tecnica, che nel caso di Xperia XZ è eccellente.

Adesso sono curioso di affrontare il modello più piccolo Sony Xperia X Compact, che nella sua versione nera mi piace, mentre in quella bianca affrontata allo scorso mobile world congress mi aveva lasciato piuttosto perplesso.

Il nuovo Sony Xperia X Compact viene venduto a circa 350 euro on line, con un prezzo ufficiale di 399, a quel prezzo potete acquistare Axon 7, Oneplus 3, Asus Zenfone, sono molti i prodotti che competono con lo stesso posizionamento, il confronto è normale e ciò che mi ha colpito a prima vista in Germania è stato soprattutto l’impatto della plastica, che non era il massimo.

Il colore nero non cambia l’essenza, ma soddisfa meglio l’occhio: sono anche abituato a cercare il lato positivo delle vicende e in questo caso lo trovo nella maggiore resistenza agli urti dei materiali plastici.

La vera domanda sul nuovo Sony Xperia X Compact è una sola: è un prodotto che ha davvero senso? Purtroppo fatico un po’ a trovare una risposta positiva, perché non trovo quel salto in avanti che giustifica una preferenza rispetto al modello Z5 Compact, che ha piccole differenze e un prezzo infinitamente più conveniente.

Dalla parte del Compact, come sempre, c’è un bel design con una facilità d’uso estrema, adatto anche a chi vuole usare una mano sola per impugnare il telefono.

Però il problema è che questo modello tradisce il presupposto di base dei modelli Compact del passato, ovvero impacchettare la stessa tecnologia spaziale dei top di gamma in uno spazio più piccolo.

Qui invece c’è il processore Snapdragon 650 e non l’821; un hexa core con prestazioni ok, abbinato a 3 gb di ram, mentre nel modello XZ sono 4.

Insomma, è stato smontato il vero motivo di esistere per i piccolini della serie Xperia: a quel prezzo la concorrenza offre prodotti strepitosi con specifiche di gran lunga superiori.

Fotocamera da 23 mpx sul retro e 5 sul fronte, con un sensore di impronte digitali “affogato” nel pulsante di accensione laterale. Completa la dotazione la batteria da 2700 mAh, un po’ pochi rispetto alla concorrenza, ma vedremo sul campo come si comporta.

Mi piace la presenza della Radio Fm, così potrò ascoltare i programmi di Radio Number One anche durante il pranzo di Natale, sottraendomi ai racconti di mia mamma dei suoi acciacchi… 🙂

Abbiamo fatto un piccolo excursus delle specifiche, nei prossimi giorni vi racconto come si comporta sul campo.

A voi come sembra?!?

3 Comments

  1. Danny

    22 dicembre 2016 alle 18:39

    Dispositivo MA-GNI-FI-CO. <3

    • Francesco

      24 dicembre 2016 alle 16:56

      Bello, ma secondo me un po caro. Se avessero utilizzato materiali meno economici per il retro non sarebbe stato male. Con la concorrenza in giro la vedo dura per il piccolino. Sicuramente attirerà i fans di Sony, ma non convince chi non lo è.
      Un’altra cosa che fà storcere il naso è la Ram da soli 3Gb. Era meglio puntare ad almeno 4Gb. Il prezzo giusto sarà se dovesse scendere a €250 🙂

  2. Andrea Castoldi

    26 dicembre 2016 alle 0:06

    XZ ha 3 GB di RAM, Luca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  
Please enter an e-mail address

Altri articoli in Recensioni