Collegati
Su

Xiaomi lancia MiNotebookAir a 540 dollari

Due modelli con dotazioni molto interessanti

Xiaomi lancia MiNotebookAir a 540 dollari sfidando il MacBook Air di Apple nel design ma soprattutto nel prezzo.

Ne ho scritto proprio questa mattina: i guadagni di Apple sono scesi molto e se è vero che c’è una crisi congiunturale molto forte, è altrettanto vero che la concorrenza di prodotti di alta qualità e prezzo contenuto si fa sentire in modo chiaro.

Il nuovo NoteBookAir avrà due misure, da 12.5 e 13.3 pollici, un display fullHD e una tastiera retroilluminata, molto simile a quella di Apple. Avrà Windows 10 a bordo, una porta USB Type-C e due USB tradizionali.

Rispetto al competitor di Apple sarà più sottile e più piccolo, per la precisione l’11% più piccolo e il 13% più sottile.

Sarà anche dotato di un software per la sincronizzazione senza fili con gli smartphone Xiaomi, ma il piatto forte sarà il prezzo.

minotebookair xiaomi

Il prezzo base sarà infatti di 540 dollari, molto aggressivo per quanto viene offerto. ll modello da 13 pollici avrà un prezzo di partenza di 750 dollari.

Le altre caratteristiche le vedete qui sopra, ma bisogna aggiungere che nel modello grande ci saranno 8 gb di ram, memoria di 256 gb e un’espansione tramite uno slot SSD  e un processore intel M5, abbinato ad una scheda grafica Nvidia GeForce 940MX.

Il modello più piccolo avrà intel core M3, 4 gb di ram e disco fisso da 128 gb, ma sempre con espansione tramite slot SSD.

Perché un laptop da Xiaomi in un mercato che è fortemente orientato verso il mondo mobile? Perché l’azienda deve sostenere la logica di una valutazione di 45 miliardi di dollari, considerata da molti eccessiva rispetto alle vendite e alla reale penetrazione del mercato.

Lo scorso anno Xiaomi ha piazzato 70 milioni di pezzi, ha creato molto buzz, ma questo basta a giustificare un valore complessivo di mercato superiore a quello di Sony?!? Qualche dubbio viene.

Ecco perché l’azienda sta cercando di espandere il proprio mercato anche verso nuovi segmenti. La logica è sempre simile: design molto curato, specifiche ottime e prezzi aggressivi.

Ma i margini? Vedremo i conti quando saranno pubblicati. Spesso sono peggiori di quanto si immagini con la pratica di prezzi ribassati. Vedremo. Ma il nuovo NoteBookAir è interessante. Proprio a partire dal prezzo e non credo sia un concorrente solo per Apple, ma anche e soprattutto per i 2 in 1 di Samsung e Huawei.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  
Please enter an e-mail address

Altri articoli in News