Apple abbandona il servizio di stampa delle foto, che da molti anni vi permette di creare dei libri con copertina rigida, calendari e poster, che contengono le immagini scattate con smartphone, tablet e fotocamera raccolte nell’applicazione “foto” del vostro Mac.

In passato, in effetti, ho realizzato svariate pubblicazioni delle mie immagini, che sono state per un lungo periodo il regalo perfetto in famiglia, con l’arrivo di nani malefici oppure in occasione di qualche ricorrenza importante.

Il servizio è stato disponibile dal 2002 e sarà presto interrotto, scelta che. non mi sorprende più di tanto, dato che molte ricerche hanno evidenziato come la tendenza a stampare le foto sia diminuita negli anni con una tendenza opposta a quella della crescita degli smartphone.

La foto non è più un oggetto, un prodotto “fisico” da possedere, ma una memoria digitale di momenti del passato, che sempre più spesso conserviamo in cloud. E’ più importante sapere che le nostre foto sono conservate in modo che sopravviveranno ad eventuali danni al telefono, ma stamparle non è più una priorità.

Io in passato ho ordinato ad Apple dai libri ai calendari, ho una vasta collezione di mostruosità che un giorno mostrerò ai posteri come esempio di quali follie riuscisse a fare l’uomo nella sua prima fase digitale!