L’anno nuovo comincia con una novità importante, perché Apple porta iTunes e Airplay 2 sulle TV di Samsung nel 2019, una chiara inversione di tendenza rispetto a quanto abbiamo visto fino ad oggi.

Un dettaglio, questo, che conferma le voci secondo cui ormai l’azienda di Cupertino è prossima al lancio di un servizio di Streaming che potrebbe aprire la competizione a Netflix, Hulu, Amazon e tutti i servizi attualmente disponibili nel segmento della televisione on demand.

Perché questa idea? Semplice. Per poter costruire una base utenti significativa sul fronte dello streaming, va garantita la flessibilità più ampia possibile e una facilità di accesso che sia migliore, se non superiore, a quella della concorrenza.

Vero che oggi Apple può contare su oltre un miliardo di dispositivi circolanti a cui proporre nuovi servizi, ma prima o poi anche i suoi più affezionati clienti vorranno vedere un film su uno schermo di grande dimensione e per questo motivo l’accordo con Samsung apre le porte ad una fetta di mercato rilevante.

E’ bene sapere che sia iTunes che AirPlay 2 arriveranno sui nuovi prodotti di fascia medio alta nel corso del mese di aprile del 2019, mentre nei mesi successivi saranno distribuiti gli aggiornamenti dei dispositivi già in circolazione che porteranno le stesse opzioni sui modelli del 2018.

Anche in questo caso, parliamo di compatibilità solo nei prodotti di fascia medio-alta, ma non ci sono al momento programmi di update per i modelli più vecchi.

La prima domanda che uno potrebbe porsi: perché non fare una televisione al 100% fatta da Apple? In effetti se ne è parlato a lungo, poi il progetto è stato abbandonato, sarebbe curioso capire perché è stato scelto di non aprire un nuovo fronte nell’hardware.

L’altro interrogativo che nasce è: che fine farà la Apple TV?

In attesa di trovare risposte a domande che tutto sommato non ci lasceranno senza fiato, aspettiamo le prossime novità di Apple.

E se fosse un altro segnale che porta all’acquisto di Disney ipotizzato da alcuni?