Clamoroso calo nell’ultimo trimestre

Sono impressionanti i dati pubblicati da Gartner, che riguardano le vendite mondiali nel 4° quadrimestre del 2015. Bisogna leggere sempre bene i dati, mettendoli al posto giusto.

I dati di Gartner non prendono in considerazione la diffusione globale degli smartphone, ma solo ed esclusivamente quelli venduti in un particolare periodo dell’anno, quindi l’esatta composizione delle vendite nell’arco di 90 giorni.

I numeri ci dicono cose interessanti: negli ultimi tre mesi si contrae il mercato di Apple, sale di poco Samsung, Huawei fa il botto, ma soprattutto Windows Phone è uscito dai radar. Nel corso dell’anno invece, continua la crescita di Apple e la discesa di Samsung. Andiamo al dettaglio.

Worldwide Smartphone Sales to End Users by Vendor in 2015 (Thousands of Units)

Company

2015

Units

2015 Market Share (%)

2014

Units

2014 Market Share (%)

Samsung

320,219.7

22.5

307,596.9

24.7

Apple

225,850.6

15.9

191,425.8

15.4

Huawei

104,094.7

7.3

68,080.7

5.5

Lenovo*

72,748.2

5.1

81,415.8

6.5

Xiaomi

65,618.6

4.6

56,529.3

4.5

Others

635,368.5

44.6

539,691.3

43.4

Total

1,423,900.3

100.0

1,244,739.8

100.0

Parto dal quadro dei produttori nel corso dell’anno. I dati di tutto il 2015 confrontanti con tutto il 2014. Come è facile vedere, Huawei corre in modo incredibile. Vediamo invece il quarto trimestre.

Worldwide Smartphone Sales to End Users by Vendor in 4Q15 (Thousands of Units)

Company

4Q15

Units

4Q15 Market Share (%)

4Q14

Units

4Q14 Market Share (%)

Samsung

83,437.7

20.7

73,031.5

19.9

Apple

71,525.9

17.7

74,831.7

20.4

Huawei

32,116.5

8.0

21,038.1

5.7

Lenovo*

20,014.7

5.0

24,299.9

6.6

Xiaomi

18,216.6

4.5

18,581.6

5.1

Others

177,798.0

44.1

155,551.6

42.3

Total

403,109.4

100.0

367,334.4

100.0

L’accelerazione di Huawei è impressionante, mentre è evidente una performance peggiore di iPhone 6s rispetto al modello 6, che è pero fisiologica nell’anno della lettera “S”.

Il dato più interessante viene però dal confronto dei sistemi operativi.

Worldwide Smartphone Sales to End Users by Operating System in 4Q15 (Thousands of Units)

Operating System

4Q15

Units

4Q15 Market Share (%)

4Q14

Units

4Q14 Market Share (%)

Android

325,394.4

80.7

279,057.5

76.0

iOS

71,525.9

17.7

74,831.7

20.4

Windows

4,395.0

1.1

10,424.5

2.8

Blackberry

906.9

0.2

1,733.9

0.5

Others

887.3

0.2

1,286.9

0.4

Total

403,109.4

100.0

367,334.4

100.0

Continua la corsa di Android, che in un mercato che si allarga è sempre più forte, come è normale che sia. La conversione da feature phones a smartphone, che si concretizza nella fascia di prezzo basso, ovviamente avvantaggia Android con le centinaia di prodotti low cost.

Ma guardate i numeri di Windows Phone. Dal 2.8% di un anno fa, siamo all’1.1%, in pratica il sistema operativo è uscito dai radar, non è un segnale negativo, è un allarme rosso.

Ma cosa può fare Microsoft per cambiare la tendenza? Non vorrei essere nei panni di chi deve trovare la risposta.

Chi è l'autore

Mister Gadget Team

La tecnologia è la mia missione. La radio è il mio mestiere..
Uso iOS & Android contemporaneamente, senza scelte di campo.
Provocare è il mio sport preferito.
Papà di un utente di iPad dipendente da Minecraft.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

7 commenti

  • Secondo me è dato dal fatto che escono sempre in beta e non raggiungono mai una maturità se non per perderla.Aggiungendo il fatto che non possono utilizzare i play service di google ed una pubblicità pari a zero ed il gioco è fatto.

  • Sono un po’ costernato e dispiaciuto.
    Ammetto che non avrei acquistato un Windows Phone prima di un successo della piattaforma che mi desse un po’ di garanzie (non cambio spesso dispositivi),
    ma ci speravo molto nella convergenza PC + smartphone Windows.

    C’era tanto entusiasmo appena un anno fa alla presentazione di windows 10 e invece da allora è andato tutto storto.

    A mio avviso da sempre soffrono il boicottaggio di Google che nega i suoi servizi,
    ma dal punto di vista del market share il tempismo con cui hanno eliminato il marchio Nokia è stato un errore tutto interno a Microsoft che non aveva niente di pronto in tempo.

  • Sono un utente windows da circa un anno e mezzo e, mio malgrado confermo il trend di questi dati. Da un momento di iniziale esaltazione per w10, i continui ritardi nell uscita della versione mobile,la cronica mancanza di app e la scarsa qualità delle principali applicazione mi ha fatto ricredere su questo so che avrebbe tutte le capacità per far bene ma che per logiche aziendali rimane sempre più il fanalino di coda. Spiace dirlo ma il prossimo terminale sarà android, dato che é l unico che mi manca,ma sicuramente quello maggiormente in grado di soddisfare le mie esigenze

  • A dire la verità WP non mi è mai piaciuto,gli smartphone non sono bellissimi esteticamente e vedo più privazioni che vantaggi sul prendere uno smartphone targato Microsoft.
    Detto questo a mio avviso Nokia era quella che poteva dare quella marcia in più come ha fatto all’inizio invece loro l’hanno fatta fuori subito credendo di potercela fare anche senza invece la storia oggi ci dice il contrario e cioè Microsoft è in caduta libera.

  • Due motivi per me. Uno il marchio Microsoft. Nokia aveva tutto un altro fascino per chi non mastica smartphone. Due gli Android di fascia bassa ora girano bene. Tutto qui. Senza contare che Windows phone è obbrobrioso. Ma quest’ultimo è un giudizio personale e quindi dubitabile

  • Windows phone è stata senza un aggiornare il suo topgamma per quasi 2 anni, concentrandosi su una fascia bassa dove era potenzialmente molto interessante date le prestazioni nettamente migliori di android… ma le cose sono cambiate, i lumia lowcost continuano ad offrire le stesse identiche prestazioni e feature di 2 anni fa mentre la consorrenza android (anche grazie ai cinesi) è diventata più forte e ora comprare un windows phone ha senso sollo negli ultra-low cost da 70/80euro!
    Hanno perso una grande occasione di rilancio con la fascia medio bassa e ad aggravare la cosa ahanno lanciato 2 topgamma acerbi che hanno messo subito in cattiva luce windows 10 mobile.

    è un vero peccato perchè da utilizzatore windows (entusiasta del 10 in versione desktop) sarei felice di avere un ecosistema unico invece di dividermi tra google e windows.