Non sono del tutto sicuro di tenere fede alla mia decisione al momento della riconsegna dei dispositivi

Ho impiegato addirittura 24 anni a prendere questa decisione, ma oggi ho fatto il passo di dire addio a sky, il servizio televisivo a pagamento distribuito via satellite, digitale terrestre ed Internet.

Se qualcuno me lo avesse chiesto qualche anno fa avrei considerato semplicemente impossibile prendere una decisione di questo genere, che anche in questo caso non ho preso a cuore leggero, ma che poi diventa l’unica opzione possibile se si analizza in modo razionale il rapporto qualità prezzo.

Sono stato utente di Telepiù, ero abbonato anche a Stream, dopo la fusione e la creazione di Sky sono sempre rimasto un cliente affezionato, per moltissimi anni con il pacchetto completo dei servizi che sky offriva.

Sottolineo che quando mi sono iscritto a Telepiù c’era un solo canale, non eravamo nemmeno all’epoca di Telepiù uno e Telepiù due.

Dopo qualche anno di Sky, mi sono accorto però che la qualità dell’offerta cinema non era quella che mi aspettavo e ho cominciato a disdire quel pacchetto.

Ho fatto poi una valutazione costo beneficio per il pacchetto calcio, non potendo guardare tutte le partite in TV e non avendo un grande interesse per seguire squadre minori, ho disdetto anche quello mantenendo solo lo sport.

addio sky

Qualche anno fa sono diventato anche utente di sky Q, che probabilmente nell’idea dell’azienda è uno strumento per finalizzare i suoi clienti, per me alla fine è stato il motivo principale per abbandonare la piattaforma.

Non solo bisogna acquistare i dispositivi di ricezione, ma per chi non appartiene al programma extra, il costo mensile è di ben 15 €. In pratica il servizio che trasporta i contenuti dentro la vostra casa, costa di più dell’abbonamento ai contenuti stessi su altre piattaforme.

Se qualcuno di voi si chiede perché io non avessi requisiti per godere degli sconti di extra, è perché già qualche anno fa avevo avuto la tentazione di disdire il mio contratto, ma al momento della restituzione dell’apparato di ricezione mi era stata fatta un’offerta che non potevo rifiutare.

La sorpresa, però, è arrivata qualche giorno dopo, quando ho scoperto che in realtà tecnicamente il mio contratto era stato chiuso e mi era stato aperto un altro, per cui per sky risultavo un abbonato dell’ultimo minuto, con la conseguente perdita di molti privilegi. Prima incazzatura.

Nessuno, al momento in cui ho rinunciato a disdire il mio contratto mi ha specificato che in realtà avrei chiuso con esistente per aprirne uno nuovo. Di fatto, non veniva riconosciuta la fedeltà negli anni, ma applicata una promozione a disposizione di qualunque nuovo utente.

addio sky

Torno a sky Q. Da quando l’ho installato non ha mai funzionato correttamente, mai una volta che io sia riuscito a buttarmi in poltrona premere il tasto sul telecomando e godere dei contenuti che avrei dovuto trovare a mia disposizione.

Ogni volta un messaggio di errore per cui dovevo alzarmi dal divano, togliere l’alimentazione, rimettere l’alimentazione e aspettare cinque minuti perché il sistema fosse di nuovo funzionante.

Dopo qualche tempo, esasperato, ho chiamato il servizio clienti, che mi ha mandato un solerte tecnico. Lo specialista, dopo aver analizzato la situazione, mi ha spiegato che sky Q andava in conflitto con il ricevitore mysky che invece usava il mio vicino sfruttando la parabola condominiale.

addio sky

Era quindi necessario installare un apparato che avrebbe risolto il problema del costo di 70 €. Ho affrontato la spesa fiducioso che il problema sarebbe stato risolto, cosa che non è avvenuta.

Posso anche sopportare l’idea della spesa fatta, meno invece il dettaglio che non è servita a niente.

In periodo di Lockdown ho segnalato nuovamente anomalie sia al ricevitore principale che a quelli secondari, è arrivato un tecnico molto volenteroso, dopo un po’ di test mi ha detto che purtroppo sky Q funziona così.

Pacchetto sport: chi paga oltre 20 € mese per questo servizio, vede una partita di calcio italiano alla settimana, con 9,99 € di DAZN si vedono tre partite alla settimana tutta la serie B e la Liga spagnola.

Vero che Sky offre il calcio inglese, ma l’offerta rimane incredibilmente costosa per quello che propone ai suoi utenti, un altro motivo dell’addio a Sky

in più, aldilà di tutte le valutazioni razionali sul tema dei costi, mi sono semplicemente accorto che erano due mesi che non accendevo più il mio ricevitore di sky.

Perché impazzire mettendo e togliendo l’alimentazione da un ricevitore satellitare, quando con la voce posso dire ad un apparato di Amazon di accendere la TV, di regolare il volume e di cercarmi anche i contenuti, senza nemmeno dover impugnare il telecomando?

E così, è finita una lunga storia d’amore, che in realtà si era raffreddata già da tempo, ma che trascinavo per quella sensazione di non riuscire a dire basta una volta per tutte.

Sopravviverò senza Masterchef? In realtà lo posso vedere anche in chiaro; lo farò, perché è una trasmissione che non mi piace e che non ho mai sopportato, ma se domani dovessi ravvedermi e tornare sulla retta via, troverei sul digitale terrestre quello per cui fino a ieri pagavo.

addio sky

Lo stesso vale per X factor e qualunque altra produzione del genere, ecco perché l’addio a sky è meno doloroso.

Scrivo queste parole, non per gettare ombre su sky, ma forse per liberarmi di quella zavorra che è tipica di tutte le storie importanti che arrivano alla parola fine.

È una sorta di rito di purificazione, dopo aver affrontato il difficile passaggio e di accedere al sito, chiedere di essere chiamato e di confermare senza indugio la propria decisione di rescindere il contratto. Ci vorrebbe un manuale dell’addio a sky, per resistere alla tentazione di mettere giù all’ultimo secondo…

O forse è un accorato appello perché qualcuno mi dia delle motivazioni per tornare sui miei passi, sono pronto a farlo in qualunque momento, con il pentimento tipico di chi riconosce di aver sbagliato.

Eppure, non so perché, ho la sensazione di non essere l’unico ad aver scritto l’ultimo capitolo di questa lunga storia.

Chi è l'autore

Mister Gadget Team

Mister Gadget è il manuale breve delle istruzioni per chi ama la tecnologia.
Non abbiamo preferenze, per noi Android e iOS sono solo due modi diversi per fare le stesse cose.
Non ci piacciono i talebani, nemmeno quelli tecnologici.
Se non trovate notizie su un brand, è perché non ci piace.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

8 commenti

  • Ciao Luca, anch’io dopo quasi di 10 anni di Sky ho abbandonato la piattaforma. Ma a differenza tua ci sono tornato proprio per la comodità che mi dava sky Q (mettere in pausa i canali e avere una guida canali super purtroppo il mio android TV non lo fa anacronistico!!) comodità costosa che come nuovo cliente però nel primo anno visto che voglio vedere lo sport mi da un pacchetto tutto sommato conveniente.
    Il problema si presenterà alla fine di questo anno dove probabilmente dovrò chiedere di rientrare come nuovo cliente.. pratica commerciale assurda e suicida dove il cliente storico non viene fidelizzato ma solo spremuto.

  • Ci penso spesso a fare lo stesso tuo passo, ma ancora non ci sono riuscito, forse perchè non utilizzo alternative e non le conosco, ma effettivamente dopo circa venti anni insieme a loro non ho mai visto un minimo di riconoscimento alla fidelizzazione ed il pensiero di abbandonarli si palesa sempre piu’ evidente. Stacca la spina, attacca la spina, inserisci la password… tutte cose molto note da quando ho Sky Q. Ho tutti i pacchetti tranne il calcio, dovrei essere un cliente discreto per loro, ma non venir considerato è la cosa che piu’ mi innervosisce. Grazie Luca per il tuo articolo, potrebbe essere di sprone a molti che sono nella mia stessa condizione incerta.

  • Anche io ho abbandonato sky anni fa dopo quasi 10 anni, appena arrivato dazn, lì non ci ho visto più o ho chiuso tutto. certo che all’inizio senza si fa fatica, ma si vive bene lo stesso e si può benissimo fare altro. ovviamente si può anche ammortizzare con altro, prime video, netflix, disney +…

  • Proprio questo mese di Ottobre ho fatto richiesta di disdetta. Dopo quasi 15 anni. Anche se ragazzino ricordo bene anche Telepiù (mia sorella riuscì a convincere mio padre per il tennis) .
    Purtroppo è diventata una spesa spropositata. Avendo avuto impianto satellitare non ho mai avuto problemi ma 85 euro (tutti i pacchetti, HD, Sky go plus ecc..) è diventata una spesa eccessiva oltre che il pacchetto Cinema-film ha perso qualità e innovazione e Sky go solo questo anno dopo anni è diventato HD (non stata mai un app fatta bene). Ogni giorno ricevo chiamate di ripensamento, sconto del 40% per 16\18 mesi ma ho resistito.
    A conti fatti con Now tv e Dazn posso vedere le stesse cose rimanendo con una cifra inferiore alle 45 euro. Tralasciando le varie offerte con Tim o Vodafone insieme alla fibra.
    Sky ha un ottimo servizio ma nel tempo oltre ai vari aumenti di prezzo ha sempre meno valorizzato i clienti .