Dopo il cambio di proprietà, Flickr riduce lo spazio gratuito per i suoi utenti a sole 1.000 foto.

E’ il primo segnale concreto della nuova direzione dopo il passaggio di proprietà, arrivato nel contesto dello smembramento di Yahoo e dei suoi diversi asset.

Ora la piattaforma fotografica, che qualcuno potrebbe ancora ricordare, è di proprietà di Smugmug, dove forse non si sono accorti dell’esistenza di Google Foto e hanno scelto di cambiare le condizioni d’uso per i propri utenti.

Ad oggi gli iscritti di Flickr hanno addirittura 1 TB di spazio a disposizione, che corrisponde in pratica all’upload illimitato, senza alcuna condizione o filtro all’accesso.

Da qui in avanti purtroppo non sarà più così: si potranno caricare 1.000 immagini al massimo, senza eccezioni, se non a pagamento.

Se avete già superato il limite, non potrete più caricare altro  e le vostre vecchie immagini verranno irrimediabilmente cancellate, partendo dalle più vecchie.

Il prezzo per un piano Pro, che invece concede spazio illimitato è di 50 euro all’anno.

In un post sul blog della piattaforma viene spiegato perché succede questo: 

In 2013, Yahoo lost sight of what makes Flickr truly special and responded to a changing landscape in online photo sharing by giving every Flickr user a staggering terabyte of free storage. This, and numerous related changes to the Flickr product during that time, had strongly negative consequences.
First, and most crucially, the free terabyte largely attracted members who were drawn by the free storage, not by engagement with other lovers of photography. This caused a significant tonal shift in our platform, away from the community interaction and exploration of shared interests that makes Flickr the best shared home for photographers in the world.

Flickr Blog

Ecco perché viene fatta una scelta radicale, basata però  sul fatto che il 97% degli utenti ha 1.000 foto o anche meno. Se siete nel 3% vi toccherà adeguarvi.