Il tema è rilevante ed è arrivato addirittura al senato americano

Torna purtroppo d’attualità il tema della privacy dei prodotti di smart home, dopo che è stato confermato che i dipendenti di Ring hanno violato alcune policy di riservatezza.

Andiamo con un po’ di ordine: Ring è la società che produce “citofoni intelligenti”, o prodotti simili che sono connessi alla rete e raccolgono le immagini di chi suona alla nostra porta.

Da qualche tempo la società è stata acquistata da Amazon e qualche mese fa è stata coinvolta in alcune denunce per la violazione della privacy da parte di alcuni dipendenti.

ring privacy video

Amazon ieri ha risposto ufficialmente ad una lettera del senato americano del 19 novembre novembre scorso, che chiedeva chiarimenti sulle quattro denunce depositate in relazione a violazioni della privacy dei video registrati dai campanelli intelligenti.

La stessa Amazon ha ammesso l’esistenza dei casi in cui 4 dipendenti, che godevano delle autorizzazioni per accedere ai video registrati, hanno violato i termini di servizio andando oltre il loro mandato.

I 4 collaboratori sono stati allontanati e Ring ha messo in campo ulteriori indagini per migliorare la sicurezza, riducendo anche il numero di persone che hanno accesso ai dati sensibili.

Rimane però il tema di come vengano trattati i materiali sensibili che sono generati dai dispositivi che abbiamo in casa.

ring privacy video

Più volte abbiamo discusso su come proteggere (o eliminare) le registrazioni degli smart speaker, quando si entra nel tema dei contenuti video la situazione è ancora più delicata.

Il mese scorso un hacker ha violato la protezione di una videocamera di sicurezza Ring nella camera di una bimba ed è riuscito a parlare con lei attraverso il dispositivo.

Una donna californiana ha denunciato di aver sentito commenti inappropriati arrivare dalla propria videocamera Ring.

Insomma, il problema c’è ed è rilevante. Ecco perché ieri la conferenza stampa di Ring al CES era concentrata sul tema della sicurezza e sull’aggiornamento del software proprio per renderlo impenetrabile.

Ma se avete in casa una videocamera Ring, occhio a quello che fate davanti all’obiettivo.

Chi è l'autore

Mister Gadget Team

Mister Gadget è il manuale breve delle istruzioni per chi ama la tecnologia.
Non abbiamo preferenze, per noi Android e iOS sono solo due modi diversi per fare le stesse cose.
Non ci piacciono i talebani, nemmeno quelli tecnologici.
Se non trovate notizie su un brand, è perché non ci piace.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.