Collegati
Su

LG abbassa il target di vendita per il 2016

I conti trascinati verso il basso dalle vendite di G5

LG abbassa il target di vendita per il 2016 secondo quanto riportato da un quotidiano della Corea del Sud, Aju Business Daily report.

La decisione è stata presa soprattutto a seguito dei risultati di vendita di LG G5, che, come anticipato qualche giorno fa da Korea Times, sarebbero più basse del previsto a livello globale.

Ecco perché l’obiettivo per la seconda metà dell’anno sarà spostato da 16.5 a 15 milioni di unità; a quanto pare la vendite di LG G5 si fermeranno a 2.5 milioni nel secondo trimestre, mentre la previsione iniziale era di 3.5 milioni di pezzi.

A causa delle vendite ridotte del top di gamma, LG dovrebbe comunicare una perdita per il secondo trimestre intorno ai 110 milioni di dollari, che segue quella di quasi 160 milioni di dollari del trimestre precedente.

C’è di più: le vendite di LG  G5 potrebbero arrivare nel corso dell’anno ad un totale di 5.5 milioni, molto lontane dai 12 milioni di pezzi che erano l’obiettivo minimo.

L’ho scritto più e più volte: il V10 e il G5 sono prodotti bellissimi, trovo che Nexus 5X fosse un prodotto da mettere nella lista degli immortali, ma gli altri smartphone di LG sono prodotti senza capo né coda. La linea K non regge il confronto con i prodotti di fascia bassa in arrivo dal mercato cinese, mentre quelli della linea X sono una di quelle incognite difficili da spiegare al mercato.

Aggiungiamo che il posizionamento iniziale di LG G5, che per altro è ancora il prezzo ufficiale, a 699 euro è stato un azzardo incomprensibile, ben sapendo cosa succede nel giro di poco ai prezzi di LG.

Eppure io confermo le impressioni positive sul top di gamma della società coreana, tanto più che oggi on line si trova ad un prezzo intorno ai 400 euro e per quella cifra comprate un oggetto bellissimo.

Non fatevi tradire dalle solite valutazioni un po’ maniacali sulla batteria di questo smartphone; è vero che non è ottima come quella di Galaxy S7, ma con un minimo di pitstop grazie alla carica veloce avrete tutta l’energia che vi serve.

Sembro la Wanna Marchi della tecnologia, ma sono semplicemente di idea diversa rispetto a chi ha maltrattato il G5, la cui bontà complessiva è indiscutibile.

Peccato per i risultati così poco lusinghieri, si merita di più.

3 Comments

  1. Thomas Lucchetti

    11 luglio 2016 alle 14:36

    Non è solo questione di autonomia. L’ho avuto in prova da un amico e non mi ha convinto per niente. Dalla parta bassa mal attaccata al corpo che da una sensazione davvero approsimativa e di poca longevità alla camera che è sì interessante ma poco effetto wow.
    Forse a 400 euro ha un senso ma con oneplus 3 a 399 quello deve essere il riferimento oggi.

    • Robby

      12 luglio 2016 alle 0:09

      Sono completamente e assolutamente d’accordo con Luca.
      Non sono assolutamente d’accordo con chi lo ha provato da amici,parenti,cugini..ecc..Per “provarlo”veramente va acquistato è usato tutti i santi giorni.Solamente così se ne può apprezzare tutte le qualità di questo device così bistrattato.

  2. Simone83

    12 luglio 2016 alle 10:30

    Estetica e marketing… Per penetrare nella testa delle masse, è l’unica strada, questo ci dice il mercato, guardando l’ultimo lustro… fare un device ottimo, se prescindi da queste due cose è irrilevante… vedere il boom di Huawei, pubblicità tampinate ed isole, dentro i negozi di grande distribuzione, grandi quansi come quelle di LG e Samsung messe insieme. Che siano anche ottimi dispositivi, specie nella fascia media (forse i migliori), è del tutto irrilevante…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* E' necessario dare il proprio assenso, in ottemperanza al GDPR.

*

Accetto

  
Please enter an e-mail address

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altri articoli in News