Collegati
Su

LG G6 presentato ufficialmente a Barcellona!

Il display a 18:9 è la novità principale

Il primo passo ufficiale di questa domenica, vigilia del Mobile World Congress di Barcellona, l’ha fatto LG, presentando il nuovo G6, sulla rampa di lancio per il mese di aprile.

Il luogo è lo stesso dello scorso anno, il claim non è cambiato, con la conferma di #PlayMore, ma sono molte le novità che sono state impacchettate nel nuovo top di gamma, il cui difficile compito è quello di riportare in alto le vendite, che erano esplose con il mitico G2, ma che on sono rimaste allo stesso livello negli anni successivi.

Lo scorso anno il G5 è stato secondo me un prodotto sottostimato, sottovalutato e forse anche maltrattato ingiustamente, perché se è vero che l’autonomia della batteria non era il massimo, tutto il resto era di ottima qualità, a partire dalla doppia fotocamera, il cui utilizzo con il grandangolo era di gran lunga il più comodo ed efficace tra le soluzioni a doppia fotocamera.

Ho sempre considerato un “gimmick” quello dei moduli aggiuntivi, una soluzione funambolica, ma poco utile sul lato pratico e per altro con un’implementazione ridotta, per la quantità limitata di moduli disponibili.

Ma veniamo al G6: tutto confermato quello che abbiamo visto nelle scorse settimane, a partire dal display 18:9, che viene chiamato “full vision display”.

Il nuovo G6 apre una nuova generazione di smartphones costruiti con lo stesso concetto di un grande display che sia comunque maneggevole e facile da impugnare.

La diagonale da 5.7 pollici si traduce in uno smartphone più contenuto nelle dimensioni, grazie alla proposizione diversa, che come detto è da 18:9, schermo più “lungo e stretto” di quello che trovate sugli altri prodotti con la stessa diagonale.

Questo risponde alla richiesta del mercato di display grandi che stiano comunque in tasca e siano utilizzabili con una mano sola: il nuovo LG G6 è il prodotto con il display più grandi tra quelli con la stessa superficie ed è il prodotto con diagonale da 5.7 pollici più piccolo che si trovi in circolazione.

Sul palco della presentazione è salito anche Vittorio Storaro, premio Oscar, che ha spiegato perché la proporzione 18:9 è adatta anche al mondo smartphone, con il vantaggio di riprodurre i contenuti cinematografici senza “cropping” delle immagini.

sdr

Lo schermo supporta Dolby Vision e HDR 10, mai visti prima su un telefono cellulare e che almeno per un paio di ore resterà un unicum.

Per chi comprerà LG G6 ci sarà un “bonus” dal valore di 200 dollari per l’acquisto di contenuti sul Google Play Store, in particolare la possibilità di sbloccare gratuitamente tutti i personaggi di Temple Run 2.

Il nuovo smartphone avrà un’interfaccia completamente diversa rispetto al modello precedente, con molto più colore e un uso smodato dello split screen, grazie alla proporzione offerta.

sdr

Mediamente, sullo schermo ci sarà almeno l’11% in più di informazioni rispetto ai modelli 16:9.

La batteria sarà da 3300 mAh, mentre per la dissipazione del colore ci sarà un sistema “Heat Pipe”, che eviterà ogni rischio di surriscaldamento.

Ma uno dei dettagli più importanti è la presenza “nativa” del Google Assistant, ovviamente solo nei paesi in cui è già disponibile, questo si traduce nel fatto che non sia un vantaggio competitivo da noi in Italia, dove il servizio di Google non è presente.

Sul fronte della fotocamera ci sarà ancora un’ottica doppia, di cui una con grandangolo da 13 mpx. Sul fronte, come già largamente anticipato, ci sarà una fotocamera da 5 mpx con un’apertura da 100*.

Ma non solo: la fotocamera avrà anche funzionalità aggiuntive come lo scatto con la griglia, per pubblicare più foto in una stessa immagine, ci sarà la ripresa panoramica a 360 gradi e un’altra serie di funzioni molto divertenti per chi ama le foto.

Il tutto sarà “alimentato” dal processore Qualcomm Snapdragon 821.

Come sempre disponibilità e prezzo non sono stati confermati, ma in Italia dovrebbe arrivare a 749 euro.

 

3 Comments

  1. Don Frane

    26 febbraio 2017 alle 14:59

    Luca vorrei sapere 2 cose:
    Ci sono Wireless charge e irda?
    Grazie!!!

  2. Francesco

    27 febbraio 2017 alle 8:45

    Da quanto ho potuto sapere
    la ricarica senza fili e’ un’esclusiva USA
    e l’IR blaster non c’e’.
    Sto cercando un top di gamma
    con queste caratteristiche
    x sostituire il mio s6 edge
    ma non trovo niente.
    Speriamo in S8…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* E' necessario dare il proprio assenso, in ottemperanza al GDPR.

*

Accetto

  
Please enter an e-mail address

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altri articoli in News