Collegati
Su

RECENSIONE BLITZWOLF BW-P5 – POWERBANK DA 15600mAh

YOUREVIEW, le recensioni di chi legge!

Blitzwolf è una compagnia che già mi ha colpito con le sue cuffie, trovate la loro recensione qui sul sito; incuriosito dallo scoprire se anche gli altri prodotti godono delle stesse qualità ho deciso di provare anche la loro powerbank.

DESIGN

La powerbank si presenta di un colore blu cobalto metallizzato molto piacevole al tatto. La powerbanck occupa un’area di 168*61.5*21.3mm, una grandezza nella norma per le powerbank di questa capacità, anche se è comodissima da trasportare senza una borsa. Il peso invece è un po’ la nota dolente del dispositivo, infatti esso pesa ben 401.4g, molto di più di alcune concorrenti La powerbank presenta quattro led bianchi molto eleganti che servono a capire il livello di carica del dispositivo e due porte USB, una QC3.0 e l’altra, invece, normale. La porta QC3.0 permette di caricare i dispositivi a:

-5V/2A per dispositivi universali;

-3.6-6.5V/3A, 6.5-9V/2A, 9-12V/1.5A (per dispositivi che supportano QC3.0 o QC2.0);

-5V/2A per dispositivi Apple;

Mentre la porta normale eroga una potenza di 5V/2A oppure 5V/2.4A. Per la ricarica si affida ad una porta microusb che può alimentare al massimo la powerbank per 5V/2A, quindi la ricarica della stessa non è delle più veloci non affidandosi alla ricarica rapida ed infatti una ricarica completa è effettuata in circa 6/7 ore.

RICARICA DISPOSITIVI

Il dispositivo è davvero ottimo nello svolgere il suo lavoro, non ho mai notato ne riscaldamenti anomali nella fase di ricarica dei dispositivi ne in quella di ricarica della stessa powerbank. Inoltre vorrei ricordare che tutte i mAh che dichiarono i prodotturi diciamo che sono teorici ma nella pratica questi si rivelano molti meno. A questo proposito, l’oggetto in questione, eroga esattamente 11.544mAh, con un efficienza del 74% che si presenta quindi maggiore di altre di case più blasonate come Anker o Xiaomi.

CONCLUSIONI

La qualità che ho riscontrato nelle cuffie si è confermata anche in questa powerbank che si è rilevata essere molto efficiente e fa benissimo il suo lavoro, unica nota dolente? Il peso, 401.4g perun dispositivo del genere si fanno sentire tutti, ma non essendo facile da tenere in tasca è alla fine quasi irrilevante nella borsa. Se vi interessa capire come calcolare l’efficienza della vostra powerbank o batteria in generale potete fare questo semplice calcolo:

Prendete i Wh del dispositivo e divideteli per 5V, nel mio caso i Wh sono 57.2 che diviso 5 da 11.544mAh. Ora basta fare una semplice proporzione:

15.600mAh : 100% = 11.544mAh : x => x=(11.544mAh*100)/(15.600mAh)=74%

Vi lascio il link per acquistarla su banggood a  questo indirizzo  o tramite il sito ufficiale

YOUREVIEW, le recensioni di chi legge! Per scrivere la vostra, basta mandare un messaggio attraverso la pagina contatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* E' necessario dare il proprio assenso, in ottemperanza al GDPR.

*

Accetto

  
Please enter an e-mail address

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altri articoli in YouReview

  • Recensione BlitzWolf BW-ES2: Earphone economiche DualDriver

    YOUREVIEW: è lo spazio con le recensioni di chi legge, può partecipare chiunque! Oggi andiamo a recensire le cuffie del produttore...

    Simone Serafini23 gennaio 2018
  • La questione X (YouReview)

    ********questo articolo è scritto da Luigi Raiola per YOUREVIEW*********** ********per aderire a YOUREVIEW basta usare la pagina contatti***********   Salve a...

    Luigi Raiola14 novembre 2017
  • Huawei P9 Lite: la prova per YouReview

    (Scritto da Luigi Raiola per YouReview) Salve a tutti gli amici di Mister Gadget, ho deciso di provare un telefono di fascia...

    Luigi Raiola24 giugno 2016
  • LeTV LeMax2: La prova per YouReview

    (Scritto da Simone Serafini per YouReview) Durante questa settimana, a farmi compagnia, c’è stato lui, il LeTV Le Max2. Ha sostituito il...

    Simone Serafini16 giugno 2016