Ho messo a punto negli ultimi giorni la recensione Huawei P30 Lite, la più recente creatura del mondo Huawei, che ha già fatto il suo esordio sul mercato e potete comprare ad un prezzo che oscilla tra i 330 e i 369 euro.

Il suo prezzo è giustificato a metà, perché accanto a colori stupendi e fotocamera di buona qualità, c’è poi un processore uguale a quello di modelli che costano la metà.

Come sempre, siete voi a decidere quale dei diversi aspetti sia più rilevante.

COSA MI PIACE

  • Colori spettacolari
  • Dotazione di memoria
  • Fotocamera OK
  • Selfie cam OK

COSA NON MI PIACE

  • Il design è lo stesso di altri XX modelli
  • Processore di fascia media
  • La batteria non è il top
Recensione Huawei P30 Lite

Lo so, un paio di righe sembrano una sorta di contraddizione: perché da una parte metto i colori, dall’altra l’aspetto del telefono.

E’ innegabile che la colorazione blu che sto provando sia stupenda, ma allo stesso tempo il telefono ha le stesse forme di dieci o dodici altri modelli oggi in circolazione a marchio Huawei / Honor.

Non ho inserito nella lista delle cose che non mi piacciono l’interfaccia EMUI, perché quello ormai è un postulato.

Icone quadrate “made in Huawei” mischiate con quelle “stock” di Android 9, che sono invece rotonde, giusto per citare un dettaglio. Penso che mi incatenerò a Shenzhen un giorno per stimolare l’attenzione su questo dettaglio. 🙂

Lo dico spinto da un moto di affetto, perché se Huawei facesse questo ultimo passo, costruendo un’interfaccia più “sexy” e più matura, magari con qualche differenza tra i modelli da 200 euro e quelli da 1000, i suoi smartphone diventerebbero imbattibili.

Design

In linea con quanto lanciato da Huawei negli ultimi mesi, ma comunque molto gradevole.

Recensione Huawei P30 Lite

Il sensore delle impronte digitali è sul retro del telefono, dove sono allocate anche 3 fotocamere, che hanno una protrusione abbastanza pronunciata rispetto al corpo del telefono.

Nella parte inferiore del telefono, ci sono altoparlante (mono) e connettore USB Type-C con standard USB 2.0.

Il fronte è ovviamente in vetro, mentre la struttura posteriore è in plastica.

Il peso è di circa 160 grammi.

Display

Una diagonale da 6.15 pollici, con una ratio 19,5:9, con una superficie totale del pannello di 93.6 cmq, una proposizione screen to body dell’84.2%.

La definizione è di 2340 x 1080 pixel e la leggibilità è buona in tutte le condizioni; lo standard di costruzione dello schermo è LPTS IPS LCD.

La riproduzione di video e contenuti multimediali offre una buona esperienza complessiva, con il “notch” a goccia, che riduce al minimo l’intrusione sui contenuti dello schermo.

Le fotocamere

Recensione Huawei P30 Lite

Il sensore principale è da 48 mpx, con apertura F/1.8, mentre gli altri due sono da 8 mpx per il grandangolo e da 2 mpx per il sensore di profondità.

scatto con grandangolo
scatto “normale” 1X
Zoom 2X

Huawei P30 Lite gira video a 1080 pixel con 30 frame al secondo stabilizzati elettronicamente.

Il sensore frontale è da 24 mpx, con un’apertura F/2.0.

Fate attenzione se comprate on line, perché in altri paesi c’è una diversa combinazione, che prevede un 24 mpx come sensore posteriore principale e 32 mpx sul fronte.

Qualità delle immagini buona, in linea con la vocazione della serie P di Huawei.

Processore e hardware

Cosa vi posso dire del processore Kirin 710? E’ lo stesso che viene installato sui modelli da 200 euro e forse Huawei ha bisogno di una via di mezzo tra il processore top, il Kirin 980, e quello meno potente, per giustificare la differenza di prezzo così significativa.

Ciò detto, il Kirin 710 funziona alla grande, non ha mai un’indecisione e supporta anche l’uso dell’intelligenza artificiale quando si usa la fotocamera.

E’ un processore octa-core con un clock massimo da 2.2 ghz. Ci sono 4 core Cortex A73 abbinati a 4 core Cortex A53 con un clock da 1.7 ghz.

Ci sono 6 gb di ram con 128 gb di memoria, soluzione più che adatta praticamente a tutte le esigenze.

Un piccolo dettaglio: c’è anche il LED di notifica, che è collocato accanto alla capsula auricolare.

Batteria

L’unico dettaglio che mi lascia un po’ perplesso. Con i suoi 3.340 mah è adatta per una giornata, con un po’ di patema quando ci date dentro ed esagerate un po’ nell’uso.

La ricarica supports i caricatori a 18W, non c’è ricarica wireless.

Recensione Huawei P30 Lite, conclusioni

Huawei P30 Lite è un dispositivo di ottimo livello, ma la vera sfida da affrontare sarà quella in famiglia con i tantissimi altri modelli, che all’occhio disattento del consumatore “della strada” sembreranno identici ma ad un prezzo più basso.

Quello che trovo spettacolare è il colore Peacock Blue che sto provando. Meraviglioso.

Se vi piace, lo trovate su Amazon al prezzo di 369, basta CLICCARE QUI

Ho messo a punto negli ultimi giorni la recensione Huawei P30 Lite, la più recente creatura del mondo Huawei, che ha già fatto il suo esordio sul mercato e potete comprare ad un prezzo che oscilla tra i 330 e i 369 euro. Il suo prezzo è giustificato a metà, perché accanto a colori stupendi e fotocamera di buona qualità, c'è poi un processore uguale a quello di modelli che costano la metà. Come sempre, siete voi a decidere quale dei diversi aspetti sia più rilevante. COSA MI PIACE Colori spettacolariDotazione di memoriaFotocamera OKSelfie cam OK COSA NON MI PIACE Il design è lo stesso di altri XX modelliProcessore di fascia mediaLa batteria non è il top Lo so, un paio di righe sembrano una sorta di contraddizione: perché da una parte metto i colori, dall'altra l'aspetto del telefono. E' innegabile che la colorazione blu che sto provando sia stupenda, ma allo stesso tempo il telefono ha le stesse forme di dieci o dodici altri modelli oggi in circolazione a marchio Huawei / Honor. Non ho inserito nella lista delle cose che non mi piacciono l'interfaccia EMUI, perché quello ormai è un postulato. Icone quadrate "made in Huawei" mischiate con quelle "stock" di Android 9, che sono invece rotonde, giusto per citare un dettaglio. Penso che mi incatenerò a Shenzhen un giorno per stimolare l'attenzione su questo dettaglio. 🙂 Lo dico spinto da un moto di affetto, perché se Huawei facesse questo ultimo passo, costruendo un'interfaccia più "sexy" e più matura, magari con qualche differenza tra i modelli da 200 euro e quelli da 1000, i suoi smartphone diventerebbero imbattibili. Design In linea con quanto lanciato da Huawei negli ultimi mesi, ma comunque molto gradevole. Il sensore delle impronte digitali è sul retro del telefono, dove sono allocate anche 3 fotocamere, che hanno una protrusione abbastanza pronunciata rispetto al corpo del telefono. Nella parte inferiore del telefono, ci sono altoparlante (mono) e connettore USB Type-C con standard USB 2.0. Il fronte è ovviamente in vetro, mentre la struttura posteriore è in plastica. Il peso è di circa 160 grammi. Display Una diagonale da 6.15 pollici, con una ratio 19,5:9, con una superficie totale del pannello di 93.6 cmq, una proposizione screen to body dell'84.2%. La definizione è di 2340 x 1080 pixel e la leggibilità è buona in tutte le condizioni; lo standard di costruzione dello schermo è LPTS IPS LCD. La riproduzione di video e contenuti multimediali offre una buona esperienza complessiva, con il "notch" a goccia, che riduce al minimo l'intrusione sui contenuti dello schermo. Le fotocamere Il sensore principale è da 48 mpx, con apertura F/1.8, mentre gli altri due sono da 8 mpx per il grandangolo e da 2 mpx per il sensore di profondità. scatto con grandangolo scatto "normale" 1X Zoom 2X Huawei P30 Lite gira video a 1080 pixel con 30 frame al secondo stabilizzati elettronicamente. Il sensore frontale è da 24 mpx, con un'apertura F/2.0. Fate attenzione se comprate on line, perché in…

Huawei P30 Lite

Design - 85%
Display - 80%
Velocità Software - 80%
Fotocamera - 80%
Batteria - 70%

79%

TOTALE

Il terzo capitolo della saga P30. Bello da vedere, buone le fotocamere, l'hardware discreto. Forse non è il miglior affare che possiate fare tra i prodotti di Huawei

User Rating: Be the first one !
79