Ho aspettato  molto tempo prima di scrivere la recensione iPhone Xs Max, perché volevo provare il telefono a fondo in situazioni diverse e affrontare il più vasto numero di situazioni possibili.

Lo sapete già: ho una sana ammirazione per chi riesce a farvi una recensione completa di un prodotto in meno di 24 ore! Un giorno qualcuno mi aiuterà a capire come si fa… 

Ho cominciato ad usare iPhone Xs Max al Day One e oggi, dopo quasi un mese, posso esprimere un parere esaustivo sul suo comportamento e chiedervi un aiuto  nel cercare i suoi difetti.

Recensione iPhone Xs Max

Per coloro che amano iPhone questo è lo smartphone definitivo e per coloro che invece non lo hanno mai amato, il display finalmente più grande e in linea con il trend di una proporzione tra i lati diversa dalla classica 16:9 dei modelli “plus”, potrebbe essere una buona ragione per farci un pensierino.

Il prezzo: molti di coloro che scrivono e commentano si ostinano a valutare i prodotti con l’idea che ogni anno il mondo intero cambi telefono. Non è così. Il ciclo vitale di uno smartphone a livello globale è di 4.7 anni, diciamo quasi 5.

Vuol dire che nella stragrande maggioranza dei casi chi comprerà un iPhone Xs Max possiede oggi un iPhone 6 e se la media verrà mantenuta, pagherà il suo smartphone con un piano tariffario di un operatore da 30 o 36 mesi e poi avrà ancora due anni per usare il suo smartphone per cui avrà pagato meno di un euro al giorno.

Recensione iPhone Xs Max

Cosa cambia in iPhone Xs e Xs Max

La prima differenza fondamentale sta nel nome, sembra un dettaglio, ma è molto di più.

Fino allo scorso anno il telefono “top” si chiamava “Plus” perché oltre ad essere più grande offriva anche funzioni supplementari, come la doppia fotocamera anziché quella singola.

Ora, invece, il nome scelto per la versione più prestigiosa è Max perché l’unica differenza sta nella dimensione, mentre la dotazione tecnica dei due modelli è assolutamente identica. Anziché 5.8 pollici, la diagonale del display è da 6.5 pollici, la più generosa di sempre per un telefono di Apple.

Recensione iPhone Xs Max

C’è un nuovo processore, Apple A12 Bionic, il primo a 7 nm ad arrivare sul mercato. Vero, Huawei aveva presentato prima il Kirin 980 con le medesime caratteristiche, che però farà il suo esordio sul mercato solo tra qualche giorno. A12 Bionic consuma il 50% in meno, ma ha una potenza superiore del 15% rispetto alla soluzione precedente e la sua efficacia si vede nell’uso di tutti i giorni.

Apple iPhone Xs Max è velocissimo in tutte le operazioni, soprattutto quelle più impegnative come il render di foto e video.

Nuova fotocamera doppia da 12 mpx, con un sensore più intelligente, sviluppato con nuovi algoritmi e capace di sfruttare la potenza del nuovo processore. La novità fondamentale è una soluzione chiamata smart HDR, che permette di catturare immagini ottime anche in condizioni di contrasto super elevato.

Recensione iPhone Xs Max

Non solo perché con il “depth control” è possibile controllare quanto e come sfuocare lo sfondo delle immagini anche dopo averle scattate.

La fotocamera frontale, chiamata True depth è in grado di scattare foto ritratto con lo sfocatura dello sfondo e con la stessa opzione di smart HDR della camera posteriore. Ha un sensore da 7 mpx, ma il risultato è degno di un sensore ben più potente.

Recensione iPhone Xs Max

Per la prima volta, a bordo di un iPhone c’è una soluzione dual SIM, in cui però una sola scheda è “reale”, l’altra invece è elettronica, novità rispetto agli prodotti oggi sul mercato con due numeri di telefono.

Recensione iPhone Xs Max: i tratti salienti

Il nuovo iPhone Xs Max ha uno schermo da 6.5 pollici, superlativo. Sono poco interessato al dato tecnico di quanti pixel contenga: posso però dirvi che luminosità del display, leggibilità alla luce del sole e opzione “true tone”, per adattare i colori al contesto in cui lo schermo viene usato, sono davvero soluzioni top.

Ma se vogliamo entrare nei dettagli tecnici, devo ricordare che questo pannello supporta l’HDR10, ma offre anche una gamma di colori più ampia.

Apple promette anche che copertura in vetro di fronte e retro sono il risultato di un lavoro di ricerca estremo, il cui risultato è un materiale molto più resistente agli urti. 

Recensione iPhone Xs Max

Mi fido, ma per il mio Xs Max ho recuperato una cover trasparente, che non nasconda la bellezza delle forme, ma non mi faccia stare con l’ansia per l’effetto saponetta quando lo impugno.

C’è anche una certificazione IP68, quindi potreste immergere per 30 minuti a 2 metri di profondità il vostro iPhone Xs o Xs Max e non fareste comunque danni.

Dettaglio non indifferente: il suono stereo. Potete riprodurre video in stereo, ma soprattutto li potete registrare, sfruttando la stessa opzione, vi assicuro che in alcuni casi fa davvero la differenza.

La fotocamera: i dettagli tecnici

La doppia fotocamera posteriore di iPhone Xs Max ha due sensori con 12 mpx, il primo apertura F/1.8 e il secondo è uno zoom con apertura F/2.4, con doppia stabilizzazione ottica.

Scattata con iPhone Xs Max

Come anticipato, gestisce automaticamente l’HDR, gira video in 4K a 60 frame al secondo, con un sensore in grado di evitare il cosiddetto “flicker”. Come succedeva già su iPhone X, è possibile scegliere come gestire la luce per gli scatti in modalità portrait. Vale anche per i selfie, perché anche la fotocamera anteriore scatta con smart HDR e con modalità ritratto.

I sensori fotografici, in grado di gestire contenuti in realtà aumentata, permettono di usare soluzioni come gli Animoji e il cosiddetto Memoji, l’evoluzioni delle Emoji.

La mia Memoji

Come sempre, quando entra in gioco la ripresa video, iPhone è in grado di dare grandi soddisfazioni. Date un occhio al video in Slow-Mo girato a Mirabilandia.

La batteria: l’ultimo pensiero che avrete

Sono passati gli anni in cui era impossibile arrivare a fine giornata con iPhone, se non con un battery pack sempre in tasca.

Se il vostro uso del telefono non è da condizione patologica grave, arriverete a fine giornata senza alcun tipo di problema. Io di solito arrivo a sera con un 30% di autonomia residua, nelle giornate di follia sono arrivato fino ad un 15%. Mai mi è capitato di rimanere senza telefono.

Anche iPhone Xs Max supporta la ricarica wireless, soluzione discretamente veloce, compatibile con lo standard QI e quindi con centinaia di caricatori presenti oggi sul mercato, anche a costo contenuto.

Recensione iPhone Xs Max: come ci si trova nell’uso di tutti i giorni?

Il nuovo iPhone Xs Max non introduce novità estetiche rilevanti rispetto ad iPhone X, da cui differisce essenzialmente per la dimensione del display.

Quei 6.5 pollici sono semplicemente uno spettacolo, anche se il peso di questo oggetto è vicino ai 200 grammi e non è un dettaglio indifferente. Nella mia esperienza con iPhone X non ho mai avvertito lacune, se non lo schermo piccolo rispetto alle proposte della concorrenza. 

Con iPhone Xs Max io ho trovato la migliore proposta di Apple da molti anni a questa parte.  Non credo serva raccontare ogni dettaglio sulla qualità complessiva dell’esperienza iOS: da HomeKit ad Apple Pay, dalle soluzioni in realtà aumentata alla varietà delle app. I motivi per apprezzare l’uso del sistema operativo di Apple sono tantissimi, a questi si aggiungono display super e fotocamera eccellente. Cosa desiderare di più da uno smartphone?

Trovo ancora qualche lacuna in Apple Maps: se la grafica è superlativa, le risposte alle interrogazioni del database sono meno ricche rispetto a Google Maps; il gap però non è più così ampio e la visualizzazione su Car Play delle mappe in 3D è strepitosa.

Migliora ulteriormente l’assistente virtuale Siri, ma anche in questo caso non siamo ancora al livello dell’assistente di Google.

La realtà aumentata è servita

Ne abbiamo sentito parlare a lungo, non abbiamo mai capito bene cosa potesse essere, ma ora con iPhone Xs Max la realtà aumentata arriva in modo massiccio nella vita degli utenti, grazie alle numerosissime applicazioni che la supportano.

Grazie alla AR potrete misurare una stanza con il vostro telefono,  ma anche giocare su un tavolo una battaglia dei mondi.  Oggi il riconoscimento delle superfici è più immediato ed affidabile, bella la soluzione per cui si può giocare in contemporanea con alcuni titoli che sfruttano la realtà aumentata e ogni giocatore ha la giusta prospettiva dello spazio. Ma questo è legato a iOS 12 più che al nuovo Xs Max.

Forse per molti di voi non sarà il motivo per cui comprare un iPhone, ma vale la pena abituarsi a sfruttare anche questa sua potenzialità.

Recensione iPhone Xs Max

Un oggetto superlativo: se avete amato iPhone negli anni, qui troverete la sua migliore espressione di sempre. In passato abbiamo detto spesso: “bellissimo, però..” Una volta la fotocamera, una volta la batteria, una volta la dimensione del display: c’era sempre un motivo per dire “però…”. Questa volta non c’è più. 

Promosso . A pieni voti. 

Ho aspettato  molto tempo prima di scrivere la recensione iPhone Xs Max, perché volevo provare il telefono a fondo in situazioni diverse e affrontare il più vasto numero di situazioni possibili. Lo sapete già: ho una sana ammirazione per chi riesce a farvi una recensione completa di un prodotto in meno di 24 ore! Un giorno qualcuno mi aiuterà a capire come si fa...  Ho cominciato ad usare iPhone Xs Max al Day One e oggi, dopo quasi un mese, posso esprimere un parere esaustivo sul suo comportamento e chiedervi un aiuto  nel cercare i suoi difetti. Per coloro che amano iPhone questo è lo smartphone definitivo e per coloro che invece non lo hanno mai amato, il display finalmente più grande e in linea con il trend di una proporzione tra i lati diversa dalla classica 16:9 dei modelli "plus", potrebbe essere una buona ragione per farci un pensierino. Il prezzo: molti di coloro che scrivono e commentano si ostinano a valutare i prodotti con l'idea che ogni anno il mondo intero cambi telefono. Non è così. Il ciclo vitale di uno smartphone a livello globale è di 4.7 anni, diciamo quasi 5. Vuol dire che nella stragrande maggioranza dei casi chi comprerà un iPhone Xs Max possiede oggi un iPhone 6 e se la media verrà mantenuta, pagherà il suo smartphone con un piano tariffario di un operatore da 30 o 36 mesi e poi avrà ancora due anni per usare il suo smartphone per cui avrà pagato meno di un euro al giorno. Cosa cambia in iPhone Xs e Xs Max La prima differenza fondamentale sta nel nome, sembra un dettaglio, ma è molto di più. Fino allo scorso anno il telefono "top" si chiamava "Plus" perché oltre ad essere più grande offriva anche funzioni supplementari, come la doppia fotocamera anziché quella singola. Ora, invece, il nome scelto per la versione più prestigiosa è Max perché l'unica differenza sta nella dimensione, mentre la dotazione tecnica dei due modelli è assolutamente identica. Anziché 5.8 pollici, la diagonale del display è da 6.5 pollici, la più generosa di sempre per un telefono di Apple. C'è un nuovo processore, Apple A12 Bionic, il primo a 7 nm ad arrivare sul mercato. Vero, Huawei aveva presentato prima il Kirin 980 con le medesime caratteristiche, che però farà il suo esordio sul mercato solo tra qualche giorno. A12 Bionic consuma il 50% in meno, ma ha una potenza superiore del 15% rispetto alla soluzione precedente e la sua efficacia si vede nell'uso di tutti i giorni. Apple iPhone Xs Max è velocissimo in tutte le operazioni, soprattutto quelle più impegnative come il render di foto e video. Nuova fotocamera doppia da 12 mpx, con un sensore più intelligente, sviluppato con nuovi algoritmi e capace di sfruttare la potenza del nuovo processore. La novità fondamentale è una soluzione chiamata smart HDR, che permette di catturare immagini ottime anche in condizioni di contrasto super elevato. Non solo perché con il "depth control" è possibile controllare quanto e come sfuocare lo sfondo delle immagini…

iPhone Xs Max

Design - 80%
Display - 85%
Software - 90%
Fotocamera - 90%
Batteria - 85%

86%

Totale

Il più grande successo di sempre ha raggiunto un livello di maturità assoluta. Semplicemente eccellente.

User Rating: Be the first one !
86