Collegati
Su

Recensione OnePlus Bullets Wireless, audio ok batteria ni

Rapporto qualità prezzo semplicemente eccellente

Ecco la mia recensione OnePlus Bullets Wireless, gli auricolari senza filo e con audio ok, che l’azienda cinese ha lanciato in contemporanea con il prodotto più recente, OnePlus 6.

Partiamo subito dal prezzo, perché 69 euro sono un cifra molto competitiva per questa categoria di prodotti. Certo, nell’immenso mare degli oggetti “made in china” troverete sicuramente qualcosa con un aspetto praticamente identico, ma che quasi sicuramente vi darà una qualità infinitamente più bassa.

Chi legge Mister Gadget sa come la penso: il prezzo è importante, ma non è tutto.

Recensione OnePlus Bullets Wireless

Recensione OnePlus Bullets Wireless: nella scatola

Quando aprite la scatola di OnePlus Bullets Wireless trovate gli auricolari (impacchettati in modo super sicuro, ci vorrà pazienza per liberarli), una custodia in silicone e alcuni pezzi di ricambio, perché gli auricolari aderiscano perfettamente alle vostre orecchie, o meglio al vostro condotto auricolare.

Dentro la confezione troverete un cavetto di ricarica, ma non c’è il caricabatterie. Potete usare quello di OnePlus 6, per sfruttare la compatibilità con la Dash Charge, oppure uno di quelli standard che erogano corrente a 5 volt.

Recensione OnePlus Bullets Wireless: come funzionano

Le nuove OnePlus Bullets Wireless hanno un segno distintivo: sono leggerissime. Quando si indossano praticamente è come non averle e il “fit” con il padiglione auricolare è molto buono. Attenzione però ad un dettaglio, che è molto importante perché l’esperienza audio sia la migliore possibile: usate gli adattatori più grandi della confezione (in funzione della dimensione del vostro padiglione) perché l’aderenza sia totale. Solo in questo modo avrete l’ascolto ottimale e una percezione dei bassi all’altezza delle aspettative.

Recensione OnePlus Bullets Wireless

Il funzionamento è molto semplice. Sul blocco batteria, dove c’è l’attacco USB Type-C per la ricarica, c’è anche il pulsante di accensione. Premendolo a lungo attivate il processo di abbinamento con gli smartphone di OnePlus è semplicissimo. Il telefono vi proporrà l’abbinamento appena li accendete.

Recensione OnePlus Bullets Wireless

Quando poi li state usando avete un tasto per la risposta alle chiamate, che serve anche come comando play/stop, così come i controlli volume.

Come forse già sapete, c’è un sistema magnetico che permette di agganciare gli auricolari quando non li usate, ma se squilla lo smartphone basta sganciarli per rispondere, così come indossarli è sufficiente per far ripartire la riproduzione della musica.

Recensione OnePlus Bullets Wireless

Riagganciando gli auricolari, poi, il sistema si spegne e questo aiuta a salvare la batteria e a migliorare l’autonomia, forse l’unico punto debole di questi OnePlus Bullets Wireless.

La sensazione data da OnePlus Bullets Wireless è davvero gradevole, perché gli auricolari sono leggerissimi, hanno un’ottima definizione dell’audio, ma non danno la pressione eccessiva che a volte conferiscono invece le soluzioni in-ear.

Se gli auricolari aderiscono bene al condotto (è chiaro che questa condizione sia fondamentale?) allora i bassi saranno incredibilmente gradevoli, perché definiti ma non cafoni. Non vi aspettate un suono troppo “punchy”, cioè molto aggressivo. I bassi ci sono ma sono molto delicati, per me sono quasi perfetti. Per avere il mio livello perfetto dovrebbero essere un pelo più pronunciati ma va bene anche così!

Molto spesso mi chiedete di specificare se gli auricolari siano adatti all’esercizio fisico. In questo caso penso che la leggerezza giochi a favore, per cui questa potrebbe essere una soluzione adatta anche allo sport, ma tenete conto che non c’è. memoria interna, per cui dovrete avere sempre con voi il telefono. Ci sono soluzioni dotate di memoria interna, che forse sono più adatte.

Però OnePlus Bullets Wireless rimangono ben fisse nei padiglioni e sono ben bilanciate nel peso sul collo. Sta a voi scegliere se sia meglio questa soluzione o una 100% senza fili.

Recensione OnePlus Bullets Wireless

Recension OnePlus Bullets Wireless: la batteria

Questo è l’unico dettaglio che forse mi ha lasciato un po’ deluso, non in senso assoluto,ma in relazione alla durata della batteria dichiarata dal costruttore di circa 8 ore. Nella pratica non sono riuscito ad arrivare a quell’autonomia; devo però anche tener conto del fatto che sono alle prime cariche e la situazione dovrebbe migliorare con il tempo.

C’è un dettaglio che mi piace sottolineare. Le Bullet Wireless si caricano con la stesso connettore che usate per il telefono e non vi obbligano a portare in giro scatolette per la ricarica, come capita invece per Apple AirPods o Jabra Elite 65T. E’ un elemento che può compensare qualche mancanza, o qualche handicap che questo tipo di auricolari può dare rispetto a quelli completamente privi di filo.

Recensione OnePlus Bullets Wireless

OnePlus Bullets Wireless: il prezzo

I nuovi auricolari di OnePlus si trovano on line al prezzo di 69 euro e rappresentano secondo me un ottimo compromesso per il rapporto qualità/prezzo. Troverete qualcosa a meno?  Senza dubbio, ma la qualità? Sarà la stessa? Per me, pur non essendo la perfezione, sono assolutamente promossi!

Ecco la mia recensione OnePlus Bullets Wireless, gli auricolari senza filo e con audio ok, che l'azienda cinese ha lanciato in contemporanea con il prodotto più recente, OnePlus 6. Partiamo subito dal prezzo, perché 69 euro sono un cifra molto competitiva per questa categoria di prodotti. Certo, nell'immenso mare degli oggetti "made in china" troverete sicuramente qualcosa con un aspetto praticamente identico, ma che quasi sicuramente vi darà una qualità infinitamente più bassa. Chi legge Mister Gadget sa come la penso: il prezzo è importante, ma non è tutto. Recensione OnePlus Bullets Wireless: nella scatola Quando aprite la scatola di OnePlus Bullets Wireless trovate gli auricolari (impacchettati in modo super sicuro, ci vorrà pazienza per liberarli), una custodia in silicone e alcuni pezzi di ricambio, perché gli auricolari aderiscano perfettamente alle vostre orecchie, o meglio al vostro condotto auricolare. Dentro la confezione troverete un cavetto di ricarica, ma non c'è il caricabatterie. Potete usare quello di OnePlus 6, per sfruttare la compatibilità con la Dash Charge, oppure uno di quelli standard che erogano corrente a 5 volt. Recensione OnePlus Bullets Wireless: come funzionano Le nuove OnePlus Bullets Wireless hanno un segno distintivo: sono leggerissime. Quando si indossano praticamente è come non averle e il "fit" con il padiglione auricolare è molto buono. Attenzione però ad un dettaglio, che è molto importante perché l'esperienza audio sia la migliore possibile: usate gli adattatori più grandi della confezione (in funzione della dimensione del vostro padiglione) perché l'aderenza sia totale. Solo in questo modo avrete l'ascolto ottimale e una percezione dei bassi all'altezza delle aspettative. Il funzionamento è molto semplice. Sul blocco batteria, dove c'è l'attacco USB Type-C per la ricarica, c'è anche il pulsante di accensione. Premendolo a lungo attivate il processo di abbinamento con gli smartphone di OnePlus è semplicissimo. Il telefono vi proporrà l'abbinamento appena li accendete. Quando poi li state usando avete un tasto per la risposta alle chiamate, che serve anche come comando play/stop, così come i controlli volume. Come forse già sapete, c'è un sistema magnetico che permette di agganciare gli auricolari quando non li usate, ma se squilla lo smartphone basta sganciarli per rispondere, così come indossarli è sufficiente per far ripartire la riproduzione della musica. Riagganciando gli auricolari, poi, il sistema si spegne e questo aiuta a salvare la batteria e a migliorare l'autonomia, forse l'unico punto debole di questi OnePlus Bullets Wireless. La sensazione data da OnePlus Bullets Wireless è davvero gradevole, perché gli auricolari sono leggerissimi, hanno un'ottima definizione dell'audio, ma non danno la pressione eccessiva che a volte conferiscono invece le soluzioni in-ear. Se gli auricolari aderiscono bene al condotto (è chiaro che questa condizione sia fondamentale?) allora i bassi saranno incredibilmente gradevoli, perché definiti ma non cafoni. Non vi aspettate un suono troppo "punchy", cioè molto aggressivo. I bassi ci sono ma sono molto delicati, per me sono quasi perfetti. Per avere il mio livello perfetto dovrebbero essere un pelo più pronunciati ma va bene anche così! Molto spesso mi chiedete di specificare se…

RECENSIONE ONEPLUS BULLETS WIRELESS

PORTABILITA' - 8.5
LEGGEREZZA - 9
AUTONOMIA - 8
QUALITA' AUDIO - 8.3

8.5

TOTALE

Ottimo rapporto qualità prezzo, bassi ben definiti e struttura leggerissima

User Rating: Be the first one !
8

6 Comments

  1. sideman

    21 giugno 2018 alle 12:25

    Ottima recensione, solo una nota sull’aspetto prezzo: ad oggi su quella cifra (anzi qualche euro di meno) si trovano sia le Jabra Rox che le Sport Coach, che non sono prodotti cinesi (almeno non dal nome), ma sono prodotti più vecchi.
    Poi a livello qualitativo saranno sicuramente similari, dato che la qualità di brand cinesi come OP, Xiomi, Huawei è oramai ben nota e apprezzata da tutti.
    un saluto

  2. Antonio Carusone

    24 giugno 2018 alle 12:23

    Salve Luca, vorrei un consiglio da chi ha dimostrato di avere una ottima conoscenza del panorama cuffie/auricolari attuale. Dovrei acquistare un paio di cuffie/auricolari ad un prezzo massimo di 200 euro o poco più. Ovviamente vorrei poter acquistare il meglio in questa fascia di prezzo sia per quanto riguarda qualità audio, che per praticità e comodità, avendo anche un cuoio capelluto molto sensibile, quindi nella parte alta della testa soffro molto il fastidio di cuffie di bassa qualità. Sarei più orientato verso delle cuffie che auricolari dovendo spendere una cifra abbastanza importante ed essendo più comode non dovendo essere applicate direttamente nelle orecchie. Per quanto riguarda il tipo di connessione so che per avere maggiore comodità sarebbe meglio avere un paio di cuffie con connessione non obbligatoriamente via cavo, ma non forzo l’acquisto di solo queste ultime, se a 200 le cuffie via cavo hanno una qualità molto superiore non mi faccio problemi. Insomma, ci sono tante cose da prendere in considerazione, per questo chiedo a te quale consigli di acquistare per quel prezzo che siano il giusto compromesso tra tutto (comodità, praticità e resa sonoro su tutto)? L’utilizzo principale è per uso multimediale a casa, ma non solo. Nel caso potesse essere utile, attualmente utilizzo principalmente dispositivi ios e mac, ma non mancano windows e android. Grazie mille per un’eventuale risposta e mi dispiace essere stato lungo, però volevo tu avessi un quadro quanto più completo.

    • Mister Gadget Team

      25 giugno 2018 alle 7:43

      Per chi ha esigenze come le tue, probabilmente il prodotto perfetto sono le cuffie sovra auricolari, quindi non auricolari di Plantronics chiamate backbeat pro 2. Hanno forse l’unico difetto di non essere bellissime da vedere, ma sono eccezionali dal punto di vista della qualità audio e hanno anche un sistema di soppressione del rumore da usare all’occorrenza che ha una buona qualità

      Ti consiglierei un acquisto su Amazon, nella peggiore delle ipotesi le rimandi indietro

      • Antonio Carusone

        25 giugno 2018 alle 8:29

        Grazie mille per la risposta. In realtà sono riuscito ad alzare un po’ il budget ed a richiudere la decisione essenzialmente tra te cuffie:
        le Sony WH-1000XM2, le Sennheiser Momentum 2.0, Cuffie Bose QuietComfort 35 II. Quale tra queste potrebbe coincidere con la scelta migliore in base a quel tipo di esigenze?

        • Mister Gadget Team

          25 giugno 2018 alle 8:50

          sono tutte eccellenti, scegli quelle che ti piacciono di più! 🙂 con una di queste tre non puoi sbagliare. io prediligo il design di Sony, ma forse per il suono il top viene da Sennheiser.

          • Antonio Carusone

            28 giugno 2018 alle 17:02

            Grazie mille ancora, a come ho potuto capire e vedere online le più comode risultano essere le bose, con anche una cancellazione del rumore superiore alle altre due e una qualità del suono un gradino sopra le sony (per equilibrio tra medi, alti e bassi) e un gradino sotto le sennheiser, che però hanno una cancellazione del rumore di molto inferiore alle altre due. Credo che andrò in un centro commerciale per provarle, sperando di trovarne almeno due

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* E' necessario dare il proprio assenso, in ottemperanza al GDPR.

*

Accetto

  
Please enter an e-mail address

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Altri articoli in Recensioni